16 dicembre 2019

Treviso

Controlli e sicurezza a bordo dei bus, entrano in servizio 7 nuovi controllori

Inasprite le sanzioni per i “furbetti” del biglietto

commenti |

commenti |

Controlli e sicurezza a bordo dei bus, entrano in servizio 7 nuovi controllori

TREVISO - Più personale di bordo a controllo dei passeggeri negli autobus e corriere della Mom. Dallo scorso 22 ottobre sono entrati in servizio i sette nuovi controllori assunti da Mom, la società del trasporto pubblico della Marca, a seguito del concorso avviato lo scorso anno. Il nuovo personale selezionato ha ottenuto l’abilitazione di agente accertatore grazie al corso-concorso realizzato in collaborazione con la provincia di Treviso e ora, sta realizzando le ultime fasi di formazione e affiancamento per entrare operativamente in servizio.

“Il personale di controlleria che era sceso da 11 a 7 unità negli ultimi mesi, torna ad avere 14 persone assegnate al ruolo di verifica - spiega il presidente di Mom, Giacomo Colladon - un numero congruo e indispensabile per una realtà come Mobilità di Marca che gestisce quasi un milione di corse ogni anno, su più di 100 linee tra urbane ed extraurbane, e che nel 2018 ha trasportato oltre 30 milioni di passeggeri”.

“Vogliamo evidenziare che la nuova organizzazione, oltre a rispondere alle necessità di controllo dei titoli di viaggio, azione indispensabile per garantire equità e correttezza verso tutta la clientela, avrà riflessi anche sulla sicurezza a bordo con maggiore presenza di personale in quelle corse che possono evidenziare delle criticità, proseguendo la stretta collaborazione con le forze dell’ordine già in atto”.

L’entrata in servizio del nuovo personale coincide con l’adozione anche da parte di Mom delle nuove norme relative alle sanzioni per il trasporto pubblico, adottate dalla Regione del Veneto il 30 luglio 2019. Con le nuove norme vengono inasprite le sanzioni per i “furbetti”, ma allo stesso tempo per chi chiude il procedimento amministrativo con il pagamento entro i 5 giorni, la sanzione è dimezzata.

Nel corso del 2018 sono state quasi 6mila le sanzioni elevate ad altrettanti trasgressori. Un dato significativo riguarda le sanzioni, oltre mille, per dimenticato abbonamento, sanzioni che vengono rimesse nel momento in cui l’abbonato presenta in biglietteria il titolo di viaggio in corso di validità . “Grazie ai titoli di viaggio digitali – conclude Colladon – pensiamo possa ulteriormente ridursi la sanzione per dimenticato abbonamento, poiché sempre più clienti MOM viaggiano con abbonamento smaterializzato conservato nel proprio smartphone”.

 

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×