21/10/2014piovaschi e schiarite

22/10/2014quasi sereno

23/10/2014velature lievi

21 ottobre 2014

CONEGLIANO, IN SEI PER LO STADIO SOLDAN

Nasce un consorzio per la gestione del campo di calcio e della pista di atletica. Critiche all'assessore Zava

Altri sport

CONEGLIANO - Non ha ancora un nome, che peraltro non sarebbe neppure necessario, ma le idee sono ben chiare. Sarà un team formato da sei società - quattro di atletica (Silca Ogliano, Industriali Conegliano, Pol.Hac Conegliano, Jager Vittorio Veneto), una di triathlon (Silca Ultralite) e una di calcio (Calcio Conegliano 1907) – a gestire lo stadio comunale “Narciso Soldan” di Conegliano.

Decisivo per l’aggiudicazione della gara, un ribasso di 12 mila euro sui costi di gestione dello stadio, che sono così scesi a 18 mila euro, con un netto risparmio per l’amministrazione comunale. L’offerta da parte del neonato consorzio si è resa necessaria per bilanciare una procedura di gara che, con tutta evidenza, risultava troppo penalizzante per le società di atletica e per il neonato Calcio Conegliano 1907.

“Di fronte alla prospettiva che la gestione dello stadio comunale venisse attribuita a chi, come il Calcio Lourdes, aveva rifiutato ogni forma di collaborazione e si era dimostrato disinteressato all’amministrazione della pista, abbiamo preferito abbassare il valore della nostra offerta”, ha dichiarato oggi, in una conferenza stampa, Aldo Zanetti, presidente della Silca Ultralite e “anima” dell’atletica coneglianese.

“L’assessore allo Sport, Loris Zava – ha continuato Zanetti - dovrebbe spiegare alcune caratteristiche della gara indetta dall’amministrazione comunale. Come mai l’esperienza nella gestione di un campo di calcio era valutata, in termini di punteggio, molto più di quella relativa alla gestione di una pista di atletica? Semmai dovrebbe essere il contrario.

Come mai viene ritenuto particolarmente qualificante il numero dei tesserati residenti a Conegliano, quasi fosse un disonore il fatto che la città sia un punto di riferimento per gli atleti di un più vasto comprensorio? Come mai, per la gestione di un impianto sportivo, viene ritenuto requisito fondamentale l’avere un gran numero di tesserati sino ai 14 anni? Non sarà che questo concorso è stata modellato sulle caratteristiche della società che, nelle intenzioni di Zava, avrebbe dovuto vincerlo, ossia il Calcio Lourdes?”.

Lo stadio comunale “Narciso Soldan” è un impianto aperto a tutta la cittadinanza. E tale resterà. “Ma quando – ha proseguito Walter Fellet, presidente dell’Atletica Industriali Conegliano - l’assessore Zava si vanta di aver generato un risparmio per le casse comunali che reinvestirà nell’attività giovanile, dovrebbe invece pensare che proprio ad alcune di queste società, le nostre, ha tolto una parte fondamentale delle risorse che potevamo indirizzare alla nostra attività”.

Sullo sfondo, c’è la situazione di degrado in cui versa la pista di atletica, cui quest’anno la Fidal ha ritirato l’omologazione necessaria per lo svolgimento di gare federali, con conseguente cancellazione di due manifestazioni di livello nazionale come lo Junior Meeting e il Memorial Toni Fallai.

“Lo stadio comunale – ha ripreso Zanetti – necessita di lavori di manutenzione straordinaria non più rinviabili. Ma soprattutto siamo preoccupati per la situazione della pista. Qualche intervento è stato fatto, ma è la commissione impianti della Fidal a dover dare il suo parere sull’agibilità dell’impianto. Di sicuro, mentre il calcio il suo campionato può giocarlo a Conegliano, l’atletica al momento non può fare altrettanto.

Invitiamo l’assessore Loris Zava a reinvestire quanto risparmiato nella gestione dello stadio nel riammodernamento dello stesso impianto. Poi, semmai, di fronte a tanta incompetenza e prima di fare ulteriori danni, valuti se non sia il caso di rassegnare le dimissioni”. 

 

 


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Altri Eventi nella categoria Altri sport

Altri sport

La squadra padovana conquista il quarto posto, tra le atlete quattro trevigiane

Lo Stars' Group ai Mondiali di pattinaggio di Taipei

CASTELFRANCO - Grande soddisfazione nel mese di Novembre per il pattinaggio artistico veneto che ha visto il gruppo vicentino del Cristal Skating e il gruppo padovano dello Stars’ Group raggiungere i vertici del pattinaggio mondiale in occasione della 58esima edizione del campionati del mondo di...

Altri sport

Pioggia di medaglie per gli atleti castellani ai Campionati Regionali di Karate

Dominio Karate Castelfranco

CASTELFRANCO - Pioggia di medaglie e qualificazioni per il Karate Germinal Castelfranco ieri nel palazzetto di Vigasio (Verona) dove si sono tenute le selezioni per i campionati Nazionali valide per le specialità Esordienti A (12-13 anni), Cadetti (15-17 anni) e Juniores (18-20 anni).

Altri sport

Mentre la squadra vittoriese Ki Do Ryu si prepara per la trasferta di Pescara

Arti Marziali / Bellina trionfa in Germania

VITTORIO VENETO - Si era conclusa con un bottino completo la scorsa stagione per Simone Bellina, l’indiscusso campione del team Ki Do Ryu di Vittorio Veneto, quest’anno non restava quindi che espatriare e vedere cosa era in grado di fare all’estero.

Commenta questo articolo


Premetto che non ce l'ho con l'atletica. Si sa che campo, pista e soprattutto le infrastrutture sono decadenti e abbandonate da anni a se stesse.
Ho un figlio che gioca con il calcio Lourdes, e quest'anno non si sa dove potrà giocare. Al Lourdes ci sono tante squadre e un campo solo (tra l'altro in affitto e da anni con il fiato sul collo per la possibile espansione della casa di riposo...). I ragazzi giocano tutte le domeniche, l'atletica si allena durante la settimana (o c'è già un calendario di gare e manifestazioni?).
Ma alla fine il punto è uno solo: è stato fatto ben poco per le realtà sportive giovanili del comprensorio. Da anni si parla dell'area Sossai: mai visto niente.
Alla fine ci rimettono dei ragazzini incolpevoli che cominceranno a farsi un'idea di come vanno le cose in questa società.

segnala commento inopportuno

Caro Andrea,
so che suo figlio come tanti altri giovani calciatori anche quest'anno, durante il campionato, ha giocato ogni 15 giorni su un campo di calcio a Conegliano, cioè "in casa". Ebbene i ragazzi dell'Atletica non hanno avuto questa possibilità, il calendario gare da aprile a ottobre prevede gare tutti i fine settimana fra queste anche le gare valide per i campionati provinciali e regionali, nessuna di queste gare è stato possibile organizzarla "in casa" a Conegliano. Qualche anno fa a Conegliano , oltre ad ospitare manifestazioni di carattere Nazionale e Internazionale, venivano svolte anche 25 gare in anno di Atletica, ora nessuna. I ragazzi dell'Atletica sono forse di serie B rispetto a quelli che praticano calcio?

segnala commento inopportuno

L’assessore Zava non può fuggire di fronte alle proprie responsabilità e, se è in grado, deve rispondere agli interrogativi posti da Zanetti della Silca Ultralite. I rilevi che sono stati fatti da Zanetti di Silca Ultralite sono gravi e circostanziati, ma purtroppo non ci sorprendono. Mettono in luce un modo di amministrare che ormai – si può ben dire – è il vero marchio di fabbrica della Lega Nord: da scarsa a nessuna conoscenza di ciò che si è scelto di amministrare, ma purtroppo anche gestione clientelare delle risorse pubbliche. Alla prova dei fatti una Lega di sole chiacchiere, che ha fortemente deluso e che mostra una totale incapacità a gestire la cosa pubblica.

Da tempo andiamo evidenziando che l’assessorato retto da Zava, cui fanno capo le competenze delle attività produttive e dello sport, è la vera palla al piede di questa amministrazione comunale. Quanto alle prime si può parlare di fallimento totale: i commercianti, ad esempio, sono stati lasciati soli con la crisi, ed è solo a causa dell’incapacità dell’amministrazione comunale che sono stati gettati alle ortiche gli importanti finanziamenti per il Centro commerciale naturale che potevano risollevare le sorti di molte attività produttive coneglianesi. Occasioni inesorabilmente perse solo per inettitudine.

Ora i nodi al pettine arrivano anche per la gestione dello sport: la bocciatura delle società che si sono aggiudicate la gestione dell’impianto comunale Narciso Soldan è di quelle che pesano. Il PD vuole una amministrazione comunale vicina a tutte le associazioni sportive, ed invece si scopre che purtroppo qualcuno viene boicottato a favore di altri. Questo è davvero inaccettabile, perché costringe queste società ad uno sforzo economico enorme ed umilia chi da decenni con passione ed entusiasmo, tra mille difficoltà, promuove lo sport in città. Si dovrebbe essere riconoscenti verso questi concittadini: bene fanno a chiedere le dimissioni dell’Assessore Zava.

http://coneglianopd.wordpress.com/2011/09/14/assessore-zava-e-gestione-dello-stadio-comunale-altra-bocciatura/

segnala commento inopportuno

Le società Sportive


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Renzi vuole che il Tfr venga messo in busta paga solo a chi lo chiede. In questo caso cosa faresti?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.856

Anno XXXIII n° 19 / 9 ottobre 2014

Attenti al lupo!

Dopo un secolo il lupo torna nelle nostre zone. Un male o un bene(ficio)?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×