13 dicembre 2019

Conegliano

Conegliano: in piazza protestano contro i pesticidi, ma il sindaco aspetta al bar

Ieri sera la consegna delle firme per il referendum anti pesticidi, Chies rimane defilato

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Conegliano: in piazza protestano contro i pesticidi, ma il sindaco aspetta al bar

CONEGLIANO - Il referendum anti pesticidi è ad un passo: ieri sera il comitato ambientalista ha consegnato le 2552 firme al sindaco Fabio Chies. “La volontà dei coneglianesi è di vivere in una città più sana e più pulita”, ha dichiarato ieri sera il coordinatore del comitato Conegliano Senza Pesticidi, Mario Nicastro.

 

Erano poco più di 100 gli ecologisti che hanno manifestato in centro città: hanno consegnato – simbolicamente – le firme al primo cittadino, con le quali chiedono di indire un referendum per l’abolizione della chimica in agricoltura nel comune. “Siamo prigionieri a casa nostra – le parole di Fabio Padovan, di Colli Puri Collalbrigo Respira -. Non accettiamo più tutto questo. Vogliamo vivere in serenità a casa nostra”.

 

Malumore e mugugni però tra gli ambientalisti nei confronti del sindaco: questo perché Chies ha atteso la consegna delle firme non in piazza, ascoltando gli interventi dei manifestanti, ma nella terrazza del bar “Al municipio”, seduto con membri della giunta e del consiglio comunale.

 

Al termine della manifestazione alcuni bambini gli hanno portato le firme, davanti all’ingresso del municipio, senza nessuna dichiarazione ufficiale da parte del sindaco. “Ognuno ha il diritto di proporre un referendum”, ha dichiarato laconico Chies ai giornalisti, a margine della manifestazione, per poi lasciare all’assessore all’ambiente Claudio Toppan la spiegazione dell’iter.

 

 

Il referendum non si terrà prima di gennaio, anche se la commissione preposta ha già stabilito che ci sono tutte le carte in regola perché venga fatto. Poi la palla, in caso di raggiungimento del quorum, passerà al consiglio comunale. Ma come voterà la maggioranza di centro destra? “Bisogna vedere se c’è la possibilità di applicare quello che chiedono gli ambientalisti”, ha risposto Toppan.

 

 

C’è la possibilità di uno scontro politico tra maggioranza e minoranza: molti consiglieri del Pd, di Cambiamo Conegliano e dei 5 Stelle hanno infatti aiutato gli ambientalisti con la raccolta firme negli ultimi mesi, e ieri sera erano in piazza al loro fianco. Critico – riguardo all’atteggiamento di Chies - il capogruppo dem Alessandro Bortoluzzi: “E’ un gesto di ostilità verso i cittadini. E’ grave e irrispettoso, sono sorpreso. Evidentemente, quando gli interessi in gioco sono importanti, il sindaco si mette a favor di vento”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

09/08/2019

Fuga da Forza Italia

Dopo Donazzan lasciano anche Freda e decine di amministratori locali

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×