25 agosto 2019

Conegliano

Conegliano non vuole essere un comune senza plastica

Bocciata la mozione presentata dai 5 Stelle per limitare l'uso della plastica

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Conegliano non vuole essere “plastic free”: è stata bocciata infatti, in consiglio comunale, la mozione dei 5 Stelle per limitare l’uso della plastica nel territorio comunale.

 

Il documento presentato dai grillini chiedeva di aderire alla campagna “Plastic free challenge” lanciata dal Ministero dell’ambiente: in concreto si chiedeva a sindaco e giunta di impegnarsi a vietare l’uso “della plastica monouso presso tutte le sedi comunali ed uffici ad esso connessi, comprese le sale conferenze pubbliche ed i centri civici e nelle scuole comunali”.

 

Inoltre, la mozione chiedeva “un graduale e progressivo divieto dell’uso di materiali plastici non compostabili per le attività ristorative e ricettive del territorio, le sagre, gli eventi e le manifestazioni connesse al tema cibo e bevande”. La mozione è stata però bocciata dalla maggioranza, che ha votato contro: solo il consigliere di “Conegliano in movimento”, Enzo Perin, si è astenuto. Favorevoli invece le minoranze.

 

“La pigrizia vince sulla buona volontà e il business vince sulla salute”, ha commentato via Facebook il capogruppo 5 Stelle Alberto Ferraresi. L’esponente grillino è stato fortemente critico nei confronti della maggioranza e della giunta, attaccando – dopo un consiglio in cui alcuni punti erano dedicati al sociale – l’assessore Sonia Colombari: “E’ una cosa grave che l’assessore al sociale non abbia detto niente durante la discussione su argomenti che cadevano sotto il suo referato”.

 

Bocciata anche la mozione, presentata da Pd e Cambiamo Conegliano, sul regolamento per la prevenzione e il contrasto alle ludopatie.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×