20/10/2017tempo nebbioso

21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia

20 ottobre 2017

Conegliano

Conegliano, controlli antidroga a tappeto della polizia locale: beccati in quattro

Prezioso l'intervento di "Diesel", il golden retriever dell'unità cinofila di Cimadolmo

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Controlli antidroga a tappeto, questa mattina, da parte della polizia locale di Conegliano, che hanno fruttato la segnalazione di quattro persone alla Prefettura per detenzione di stupefacenti per uso personale.

 

L’operazione è scattata in viale Spellanzon, dove c’erano state delle segnalazioni riguardanti studenti che fumavano marijuana nei pressi della fermata delle corriere.

 

I vigili (2 in borghese e 4 in divisa) sono stati coadiuvati dall’unità cinofila di Cimadolmo, con il cane “Diesel” impegnato a fiutare le sostanze stupefacenti. In viale Spellanzon però la polizia locale del comando di Piazzale San Martino, guidato dal comandante Claudio Mallamace, non hanno rinvenuto droghe.

 

L’operazione è così continuata nei parchi della città, dove 4 persone sono state trovate in possesso di stupefacenti. Al Parco Rocca R.P.R, ragazzo italiano del ‘98, residente a Conegliano, è stato trovato con 0,30 grammi di marijuana e con delle bustine vuote, probabilmente già consumate precedentemente o nei giorni scorsi.

 

Ai giardini di San Martino invece “Diesel” ha fiutato un ghanese di 33 anni, A.F.A., con 0,15 grammi di hashish, e un senegalese di 25, P.M., con 0,85 grammi di marijuana. L’ultimo intervento è stato realizzato in via Friuli, dove è stato fermato un veicolo con a bordo M.N.O., ucraino classe 1988, che aveva con sè 6,5 grammi di hashish, che ai test dei vigili è risultato avere un elevato principio attivo.

 

Prezioso l’intervento di “Diesel”, che grazie al suo fiuto è riuscito a percepire quantità anche minime di sostanza.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×