21/07/2018temporale e schiarite

22/07/2018temporale e schiarite

23/07/2018parz nuvoloso

21 luglio 2018

Conegliano

Conegliano, controlli antidroga a tappeto della polizia locale: beccati in quattro

Prezioso l'intervento di "Diesel", il golden retriever dell'unità cinofila di Cimadolmo

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Controlli antidroga a tappeto, questa mattina, da parte della polizia locale di Conegliano, che hanno fruttato la segnalazione di quattro persone alla Prefettura per detenzione di stupefacenti per uso personale.

 

L’operazione è scattata in viale Spellanzon, dove c’erano state delle segnalazioni riguardanti studenti che fumavano marijuana nei pressi della fermata delle corriere.

 

I vigili (2 in borghese e 4 in divisa) sono stati coadiuvati dall’unità cinofila di Cimadolmo, con il cane “Diesel” impegnato a fiutare le sostanze stupefacenti. In viale Spellanzon però la polizia locale del comando di Piazzale San Martino, guidato dal comandante Claudio Mallamace, non hanno rinvenuto droghe.

 

L’operazione è così continuata nei parchi della città, dove 4 persone sono state trovate in possesso di stupefacenti. Al Parco Rocca R.P.R, ragazzo italiano del ‘98, residente a Conegliano, è stato trovato con 0,30 grammi di marijuana e con delle bustine vuote, probabilmente già consumate precedentemente o nei giorni scorsi.

 

Ai giardini di San Martino invece “Diesel” ha fiutato un ghanese di 33 anni, A.F.A., con 0,15 grammi di hashish, e un senegalese di 25, P.M., con 0,85 grammi di marijuana. L’ultimo intervento è stato realizzato in via Friuli, dove è stato fermato un veicolo con a bordo M.N.O., ucraino classe 1988, che aveva con sè 6,5 grammi di hashish, che ai test dei vigili è risultato avere un elevato principio attivo.

 

Prezioso l’intervento di “Diesel”, che grazie al suo fiuto è riuscito a percepire quantità anche minime di sostanza.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×