22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

22 ottobre 2017

Conegliano

Conegliano, ancora caos nella maggioranza

Salta l'elezione dei presidenti delle commissioni consiliari. Bellotto (M5s): "Comportamento infantile"

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - E’ ancora caos nella maggioranza coneglianese. Dopo il “ko” numerico del consiglio comunale di fine giugno, in cui il centro destra del neo sindaco Fabio Chies non era riuscito ad eleggere il presidente del consiglio, una scena analoga si è ripetuta ieri sera, durante l’elezione dei presidenti delle commissioni consiliari.

 

Si trattava di una seduta ad hoc, organizzata solo per individuare i consiglieri da porre alla presidenza di ogni singola commissione, in tutto quattro. “Dovevamo soltanto eleggere i presidenti – spiega Massimo Bellotto, consigliere comunale ed ex candidato sindaco del Movimento 5 Stelle – Dalla maggioranza ci hanno comunicato però che non si erano messi d’accordo sulle candidature e su chi votare, quindi il tutto è stato rinviato”.

 

Un altro blackout, che pare imputabile alla complicata convivenza – in seno alla maggioranza – di Forza Italia e Lega. Dopo i due consigli comunali necessari per eleggere come presidente Giovanni Bernardelli, ora sarà necessaria anche una seconda convocazione per nominare i presidenti delle commissioni I (Finanze e tributi), II (Servizi alla persona) e III (Urbanistica). Per quanto riguarda la IV (Controllo e garanzia), invece, essendo la presidenza in questo caso appannaggio della minoranza, è stato eletto il consigliere Pd Andrea Barazzuol.

 

L’impasse della maggioranza non è andato giù a Bellotto, che ha commentato duramente i fatti di ieri sera: “Un comportamento infantile, da bambini dell’asilo. Dovrebbero essere lì per la città, non per mettere le figurine nell’album. Non sono nemmeno capaci di fare le cose: potevano incontrarsi prima per mettersi d’accordo, oppure rinviare l’incontro”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×