14 dicembre 2019

Vittorio Veneto

"Il comune acquisti l'ex Carnielli per un euro e faccia la bonifica"

L'idea dell'assessore Giuseppe Costa

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Il comune dovrebbe “acquistare l’ex Carnielli alla cifra simbolica di un euro e provvedere alla bonifica”: è l’idea dell’assessore Giuseppe Costa sul futuro della struttura di via Rismondo. “Se siamo preoccupati per la salute dei cittadini, dobbiamo scegliere la strada migliore e più veloce”, continua Costa.

 

Secondo l’assessore la via da percorrere, per trovare i soldi necessari per la bonifica, sarebbe quella di “vendere i gioielli di famiglia, come le quote Asco, o tutt’al più fare un mutuo. Bisogna fare qualcosa insomma”. Per bonificare il sito, sia dall’eternit che dal cromo esavalente, ci vuole però una cifra che potrebbe superare il milione e mezzo di euro.

 

Il solo amianto richiede una spesa di circa 300mila euro per essere rimosso dalla copertura. L’idea di Costa è però quella di accelerare i tempi, senza aspettare la derelizione del bene. Costa ha parlato anche di un’ordinanza per la bonifica, che potrebbe avere come effetto anche quello di velocizzare i tempi per una nuova asta.

 

Un altro problema però riguarda il tipo di bonifica da attuare nel sito: lo stesso assessore aveva spiegato, nel consiglio comunale del 12 novembre scorso, che “l’amianto deve andare via con il cromo”. Questo significa che la bonifica del sito deve essere integrale: rimuovere solo la copertura permetterebbe alla pioggia di entrare e di portare altro cromo nelle falde.

 

Questo almeno secondo il progetto redatto nel 2010. Esistono però delle tecniche specifiche e d’avanguardia per la bonifica del cromo, che permetterebbero di effettuarla “in autonomia” rispetto a quella che riguarda l’eternit. Per ora, però, si tratta solo di possibilità.

 

Sempre nello stesso consiglio comunale l’assessore aveva chiarito che i finanziamenti chiesti alla Regione per la bonifica dell’amianto non arriveranno. La domanda di prestito da 200mila euro non è risultata ammissibile.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×