13/12/2017pioviggine

14/12/2017foschia

15/12/2017pioviggine

13 dicembre 2017

Treviso

Cittadella della Salute: 160mila metri quadrati e mille posti letto

Posata la prima pietra, la prima fase dei lavori si concluderà nel 2020

commenti |

TREVISO - E’ stato avviato ufficialmente sabato scorso il cantiere della Cittadella della Salute, il nuovo e moderno complesso ospedaliero trevigiano. La prima pietra è stata posata dal presidente della Regione Luca Zaia con al suo fianco il direttore generale dell’Ulss 2 Marca Trevigiana Francesco Benazzi.

La fase 1 dei lavori vedrà la realizzazione dell’edificio 29 e avrà durata 36 mesi mentre l’ospedale sarà attivo per ospitare i primi pazienti dopo altri sei mesi di trasferimenti. Una galleria luminosa accoglierà gli utenti, guidandoli nei percorsi ottimizzati e semplificati per collegare le varie strutture e reparti. La nuova Cittadella si svilupperà su ben 102 mila metri quadrati di nuova costruzione, più 50 mila in ristrutturazione, per ospitare 998 posti letto. Saranno 3.200 i posti auto, mentre il parco attrezzato sul Sile si estenderà su 34 mila metri quadrati. Ci sarà un’isola ecologica, una centrale di produzione dell’energia, 223 nuovi uffici. Innovativi anche i nuovi macchinari che renderanno la struttura all’avanguardia. Un'opera ambiziosa e innovativa che potrebbe portare Treviso tra le eccellenze della medicina nazionale.

Da sinistra l'arch. Andrea Maraschin il governatore Zaia il presidente della Carron Diego Carron e Pierpaolo Carron

“Sono previsti periodi di picco con oltre 400 operai al lavoro in cantiere”, annuncia l’architetto Andrea Maraschin, general manager dell’impresa Carron Cav. Angelo S.p.a. (San Zenone degli Ezzelini), che eseguirà come capogruppo i lavori in associazione temporanea d’impresa con Bilfinger. Diversi i punti d’innovazione. “Si tratta del primo ospedale d’Italia in fase di realizzazione secondo i parametri Leed Healthcare, Leadership in Energy and Environmental Design”, spiega Diego Carron, presidente dell’azienda di costruzioni che tra i vari interventi con certificazione Leed a marzo ha consegnato la Manifattura ecosostenibile Bulgari Gioielli a Valenza, Alessandria. La certificazione ambientale ed energetica Leed sarà ottenuta in particolare per il nuovo edificio che sorgerà accanto al pronto soccorso: tale edificio ospiterà i blocchi operatori, il centro diagnostico e la radioterapia. Il progetto prevede il rispetto dell’ambiente sia dal punto di vista architettonico che sotto il profilo dell’efficienza energetica.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.926

Anno XXXVI n° 22 / 14 dicembre 2017

LE NOVITA' DELL'ANNO CHE VERRA'

2018. Le novità dell’anno che verrà

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×