16 settembre 2019

Nord-Est

Chef morto: la Procura apre un'inchiesta

Il sindaco ha incontrato i familiari: “Vogliono la verità”

commenti |

Il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro, ha annunciato che aprirà un'inchiesta conoscitiva sul decesso di Andrea Zamperoni, lo chef lodigiano trovato morto a New York. "Si tratta - come spiega Chiaro - di un atto dovuto. Attendiamo poi anche di capire quale è stato l'esatto motivo della morte. Il fascicolo verrà aperto oggi".

 

"E' comprensibile che i genitori vogliano assolutamente sapere come siano andati esattamente i fatti". Lo ha spiegato il sindaco di Casalpusterlengo (Lodi), Elia Delmiglio, dopo aver incontrato i genitori di Andrea Zamperoni, lo chef trovato morto a New York. Il primo cittadino ha anche deciso che proclamerà il lutto cittadino nella giornata in cui si terranno i funerali del giovane. Il sindaco è andato a fare visita alla famiglia, impietrita dal dolore, nella frazione di Zorlesco, e uscendo dalla villetta di famiglia ha spiegato che "l'amministrazione comunale ha portato tutta la propria vicinanza interpretando anche la volontà dei cittadini. Per noi è un grande dolore".

 

Oriella Ave Dosi, la madre di Andrea Zamperoni, ha formalizzato la denuncia sulla morte del figlio. Oggi in tarda mattinata verrà trasmessa alla Procura a Lodi per l'inchiesta aperta dai magistrati. Decine di persone si recano intanto all'abitazione della famiglia Zamperoni a Zorlesco di Casalpusterlengo per portare discretamente le proprie condoglianze ai genitori di Andrea.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×