13 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Per il Centenario dalla Grande Guerra in città potrebbe arrivare il papa

Presentato oggi il programma degli eventi commemorativi

Stefania De Bastiani | commenti |

immagine dell'autore

Stefania De Bastiani | commenti |

Per il Centenario dalla Grande Guerra in città potrebbe arrivare il papa

VITTORIO VENETO - E’ stato invitato anche Papa Francesco, a prendere parte agli eventi che per tutto il 2018 ricorderanno il centenario dalla fine della Prima Guerra Mondiale. E il Pontefice, per l’occasione, potrebbe arrivare a Vittorio Veneto.

“Abbiamo inviato un invito scritto al Papa - ha riferito oggi il sindaco Roberto Tonon in conferenza stampa - Dicendo che ci farebbe piacere averlo come ospite, e che siamo aperti a qualsiasi data lui scelga. Ci ha risposto velocemente: non ci ha detto né sì né no. Il suo calendario è in itinere, ma ci ha promesso che prenderà in considerazione la proposta”.

 

La presenza del Papa nella città dove è stato combattuto l’ultimo conflitto della Grande Guerra non è dunque certa, ma numerosi sono gli appuntamenti che si terranno a Vittorio Veneto per la ricorrenza. “La commemorazione del centenario - ha puntualizzato il sindaco - è iniziata da tempo, e sabato 4 novembre, giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, si terrà un consiglio comunale straordinario, cui seguirà la tradizionale cerimonia ufficiale in piazza del Popolo”. “Novità di quest’anno - ha aggiunto l’assessore allo sport Giuseppe Costa - sarà l’evento che seguirà la cerimonia. Da piazza del Popolo ci sposteremo in pista d’atletica, dove 422 ragazzi cercheranno di superare il Guinnes dei Primati per quanto riguarda la maratona a staffetta”.

 

Il calendario degli eventi, non ancora definitivo, è stato presentato oggi in Municipio. Presente tutta la giunta comunale e Maurizio Cecconi, di Villaggio Globale International.

“Quando scoppia la pace” è il titolo che è stato scelto per le commemorazioni che vedranno susseguirsi in città una serie di iniziative atte a ricordare la guerra e a celebrare la pace. Come esemplifica il logo realizzato ad hoc dallo Studio Lanza di Venezia, che rappresenta una colomba che spezza un filo spinato.

Proprio sul binomio guerra e pace si basano gli eventi musicali in programma, le testimonianze filmiche della fine del conflitto e dell’avvio di una nuova epoca, le riflessioni dei vari convegni. “Tra gli eventi in programma - ha spiegato l’assessore alla cultura Antonella Ulliana - ci sarà la realizzazione da parte di giovani artisti da tutta i Italia di due opere sul tema, di cui una rimarrà patrimonio della città”. “Diversi saranno i raduni che si terranno in città - ha precisato l’assessore al Centenario della Grande Guerra Barbara De Nardi - Momenti ufficiali e commemorativi che vedranno l’arrivo in città di migliaia di persone. Numerosi inoltre gli appuntamenti minori, quali le presentazioni di libri e i convegni”.

 

In tutto questo, non può mancare lo sport: “Novità e unicum sportivo sarà l’Eroica Marathon - ha aggiunto l’assessore Costa - che vedrà una fiaccolata partire da tre punti diversi della provincia per poi giungere in piazza del Popolo a Vittorio Veneto, dove verranno lasciate le fiaccole. A questo momento seguirà la maratona che vedrà gli atleti impegnati un percorso che si svilupperà in Vallata e su salite impervie”.

“Il calendario non è ancora stato definito - ha concluso Cecconi - il programma è in itinere ma siamo convinti che questo sarà un grande anno per la città”.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×