19/10/2017nebbia e schiarite

20/10/2017tempo nebbioso

21/10/2017variabile

19 ottobre 2017

Castelfranco

Castelfranco, sparisce il passaggio a livello in via De Amicis

La Regione ha consegnato a Rfi i progetti nell’ambito del Sistema Ferroviario Metropolitano

commenti |

passaggio a livello via de amicis castelfranco

CASTELFRANCO - Passo avanti nella soppressione di sette passaggi a livello presenti nel territorio regionale, nell’ambito del programma del Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale (SFMR).

A Castelfranco sarà eliminato quello in via De Amicis, che collega borgo Padova a Campigo.

 

Sette in totale i passaggi a livello che verranno tolti. La Giunta veneta, infatti, su proposta dell’assessore alle infrastrutture e trasporti, ha approvato l’elenco delle progettazioni da consegnare a RFI (Rete Ferroviaria Italiana) per l’anno 2017, in attuazione del protocollo d’intesa approvato nel luglio scorso.

 

Quest’ultimo – spiega l’assessore – prevede, in base a un programma pluriennale concordato e definito da entrambe le parti di anno in anno, la realizzazione di opere per complessivi 117,6 milioni di euro, di cui 45,6 milioni di finanziamento della Regione, che deve anche fornire le progettazioni, e 72 milioni a carico di RFI, che avrà invece il compito di appaltare ed eseguire i lavori”.

 

Questo l’elenco dei progetti che verranno consegnati entro il 2017 che comporta un impegno finanziario della Regione pari a 24,5 milioni di euro:

 

- eliminazione del passaggio a livello al km 14+550 in Comune di Noale (Ve), via degli Ongari e via Valsugana, sulla tratta Mestre-Castelfranco: prevista la realizzazione di un sottopasso in corrispondenza di via degli Ongari e l’adeguamento del sottopasso di via Valsugana con inserimento di una pista ciclabile; quest’ultima opera permetterà inoltre di chiudere il passaggio a livello al km 16+132, ora in funzione solo per cicli e pedoni;

 

- eliminazione del passaggio a livello al km 30+517 in Comune di Castelfranco Veneto (Tv), via De Amicis, sulla tratta Mestre-Castelfranco: prevista la realizzazione di un sottopassaggio;

 

- eliminazione dei passaggi a livello al km 1+337 e al km 1+455 a Mestre (Ve), via Gazzera, sulle tratte Mestre-Treviso e Mestre-Trieste: prevista la realizzazione di una viabilità complementare alternativa;

 

- eliminazione dei tre passaggi a livello ai km 43+103, 43+494, 44+620, a Cerea (Vr), sulla linea Verona-Rovigo: prevista un’unica opera sostitutiva.

 

“Si tratta di una tranche di progetti a cui ne seguiranno altre nei prossimi anni – sottolinea l’assessore – per porre fine ai disagi causati da queste barriere in varie parti del Veneto, risolvendo numerosi problemi sia dal punto di vista viabilistico che della sicurezza e garantendo una maggior efficienza del trasporto ferroviario”. “Rete Ferroviaria Italiana – conclude l’assessore –, a seguito del nostro trasferimento di risorse a cui aggiungerà il proprio cofinanziamento, procederà alla fase di appalto e apertura dei cantieri a partire dal 2018”.

 

(Nella foto il passaggio a livello di via De Amicis)

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×