18/10/2018parz nuvoloso

19/10/2018quasi sereno

20/10/2018quasi sereno

18 ottobre 2018

Montebelluna

Campo di rugby intitolato alla memoria di Vincenzo Colognese

Accolta la proposta delle due associazioni di rugby di Montebelluna

commenti |

rugby

MONTEBELLUNA - Sarà intitolato alla memoria di Vincenzo Colognese lo stadio del rugby di Montebelluna. La decisione è stata presa oggi dalla giunta comunale di Montebelluna che ha accolto la richiesta presentata nel dicembre scorso dall’ASD Rugby Montebelluna 1977 e dall’ASD Montebelluna Rugby junior. Il campo in questione è quello di Villa Pullin in via Castellana di proprietà del Comune e gestito dall’ASD Rugby Montebelluna 1977 che sarà intitolato alla memoria di Vincenzo Colognesescomparso nel 2004 affinché la sua dedizione e passione siano da stimolo per tutti coloro che si avvicinano alla disciplina del rugby.

 

Nato nel 1939 a Montebelluna, Colognese è stato promotore dello sviluppo sportivo, sociale e civile della città essendo stato tra i fondatori non sono dell’associazione sportiva Montebelluna rugby nel 1977, ma anche del gruppo speleologico Bellona nel 1967, del gruppo folcloristico I mercanti dogali nel 1972, del Museo civico di Montebelluna nel 1982, dell’associazione Vivere Montebelluna nel 1987 e del Museo del Piave “La Grande Guerra” di Caorera, Vas nel 1996.  

 

“L’anno scorso in una serata pre-palio organizzata in piazza Marconi, il presidente del Montebelluna Rugby Club 1977, Massimo Zilio, di fronte al pubblico di iscritti e simpatizzanti mi aveva lanciato la proposta di intitolare lo stadio del Rugby alla figura di Vincenzo Colognese - spiega il sindaco, Marzio Favero -. Una proposta immediatamente applaudita da tutti per il ricordo lasciato da un grande appassionato di sport che ha reso possibile l’esperienza rugbystica montebellunese. Considerato il fatto che Colognese ha avuto altri meriti civici, ho ritenuto di aderire all’invito chiedendo che fosse formalizzata la proposta”.

 

L’intitolazione è stata possibile anche grazie alla disponibilità e alla liberatoria dei familiari di Vincenzo, della moglie e dei due figli. “Vista la proposta formale da parte delle due associazioni di rugby che utilizzano il campo di via Castellana, la proposta è stata valutata dalle due Commissioni Sport e lavori pubblici che congiuntamente, assieme anche all’assessore Toaldo, hanno valutato la richiesta in modo estremamente positivo accogliendola all’unanimità”, commenta l’assessore allo sport, Elisa Gobbo

 

“E’ davvero una gioia che il campo in cui si allenano i nostri atleti sia ora intitolata a Vincenzo Colognese grazie al quale alla fine degli anni ’70 è stata avviata a Montebelluna la pratica del rugby. Colognese, grazie ai collaboratori e agli sportivi di allora è stato tra i pionieri di uno sport che a quei tempi era praticato solo nelle grandi città rendendolo alla portata anche dei ragazzi dell’area montebellunese”, commenta il presidente dall’ASD Rugby Montebelluna 1977, Massimo Zilio.

 

“E’ un piacere che il campo venga intitolato alla memoria di Colognese perché è anche grazie a lui se oggi si possono allenare oltre 150 ragazzini portando avanti una disciplina che a Montebelluna si è potuta sviluppare proprio grazie all’impegno di Colognese che oramai oltre 40 anni fa avviò l’associazione sportiva rugbystica”, conclude Stefano Villanova, presidente dall’ASD Montebelluna Rugby junior.   

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

07/09/2018

BIANCOBLU' SENZA SCAMPO CONTRO VIADANA

Gli ospiti vincono nettamente l'ultimo test amichevole prima dell'inizio della stagione. Per Mogliano il Campionato inizia subito in salita.

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.944

Anno XXXVII n° 18 / 18 ottobre 2018

UNA FAMIGLIA SPECIALE

La famiglia speciale di Susanna e Tarcisio, che hanno accolto in casa Lucio e Antonio, gemelli cerebrolesi, Linda, neonata disabile, Eleonora, Manuela e Marco, facendoli diventare loro figli. Nonostante ne avessero già quattro…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×