22 ottobre 2019

Castelfranco

CACCIATORE IMPALLINATO DALL'AMICO

L'uomo colpito al volto: fortunatamente non ha riportato gravi ferite

| commenti | (17) |

| commenti | (17) |

RESANA - Un cacciatore trevigiano di 34 anni è rimasto ferito al volto ieri da alcuni pallini esplosi dal fucile di un compagno di battuta, a Resana. Quest'ultimo, un 49enne, aveva mirato ad un volatile, non accorgendosi che l'amico era nel frattempo entrato nell'area della traiettoria di sparo e così alcuni pallini hanno raggiunto il giovane al viso.

Portato all'ospedale di Castelfranco, il 34enne non ha fortunatamente riportato gravi lesioni, e solo a scopo precauzionale è tuttora trattenuto in osservazione.

L'incidente di caccia è avvenuto verso le 8 del mattino, lungo l'argine di un fiume. Sull'episodio stanno svolgendo accertamenti i carabinieri di Castelfranco.

L'eurodeputato Andrea Zanoni ha commentato l'incidente, sostenendo che bisogna rinnovare le norme che regolano la caccia, in quanto troppo vecchie e non adeguade all'alta densità abitativa attuale.  "Bisogna estendere ad almeno 1 km il limite minimo di dove è permesso sparare e soprattutto rifare tutti gli esami a quei cacciatori che hanno ottenuto la propria licenza più di dieci anni fa”, propone Zanoni.

“In Italia si contano in centinaia i casi di incidenti dovuti all'incuria dei cacciatori – ricorda Zanoni – e non solo tra i cacciatori stessi ma anche tra i comuni cittadini che con la caccia non hanno nulla a che fare”.

 

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×