13 dicembre 2019

Conegliano

"C'è un'abissale ferita nel mio cuore, un dolore immenso": il commosso addio a Tommy, morto nello schianto a soli 19 anni

Chiesa gremita a San Fior, in centinaia per il funerale del giovane

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

SAN FIOR - “C’è un’abissale ferita nel mio cuore. Un dolore grande, immenso, troppo forte. Nessuna impresa epica ci può portare indietro i nostri cari”. Le parole di Carla, mamma di Tommy Saccon, hanno commosso le centinaia di persone oggi presenti nella chiesa di San Fior, per il funerale del 19enne morto nel tragico incidente di giovedì notte. Una famiglia straziata dal dolore, quella di Tommy, il giovane sanfiorese che ha perso la vita nello schianto avvenuto lungo via Cordignano, a Godega: oggi in tantissimi hanno voluto dirgli addio, stringendosi attorno ai suoi cari.

 

“Sarai sempre il mio caro fratellino – le parole scritte dalla sorella Sandy nella lettera oggi letta durante la celebrazione -. E’una perdita troppo grande, una vita spezzata troppo presto”. La sorella ha ricordato Tommy come un ragazzo “bello, buono, disponibile, di poche parole, generoso”.

 

In tanti gli volevano bene e lo apprezzavano: come i suoi amici o i compagni della 3B dell’Ipsia di Sacile. “Eri sempre propenso a fare festa e stare in giro”, hanno ricordato gli amici più stretti, che hanno letto un pensiero per lui. La passione per il computer, i videogiochi e qualche tiro a pallone: Tommy era un giovane come tanti altri, con tutta la vita davanti, speranze e progetti compresi.

 

Gli amici hanno rievocato le emozioni e le vicende vissute insieme, nella semplicità della giovane età. “Ti vogliamo bene, roccia”, gli hanno detto per salutarlo. I compagni di classe, invece, da qualche giorno vedono il suo banco vuoto, ma si aggrappano alla speranza che il 19enne possa “vederli” ancora: “Sappiamo che ci seguirai da lontano”, hanno detto commossi. Tommy era spensierato – come lo si è spesso a quell’età – e disponibile. Oggi, in chiesa, la comunità si è stretta intorno alla famiglia: tutto il paese di San Fior è ancora sotto shock per l’accaduto.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×