22/10/2017pioggia debole

23/10/2017sereno con veli

24/10/2017quasi sereno

22 ottobre 2017

Conegliano

Botti e petardi, Conegliano previene

Progetto di sensibilizzazione con 300 ragazzi delle scuole medie

commenti |

CONEGLIANO - Prenderà il via nei prossimi giorni il progetto di sensibilizzazione dedicato agli studenti delle scuole medie del Comune di Conegliano sul tema della prevenzione e dei rischi legati all’utilizzo di prodotti pirotecnici. Il Progetto, denominato “Uno scoppio di intelligenza”, vedrà coinvolti circa 300 studenti delle scuole medie di Conegliano. La proposta punta a fare prevenzione sui pericoli di un utilizzo improprio dei giochi pirotecnici che ogni anno, in particolare in occasione delle festività, provoca feriti più o meno gravi in particolare tra i più giovani, partendo da una informazione consapevole dedicata ai ragazzi e alle loro famiglie.

 

A portare chiarezza sul corretto utilizzo e sull'acquisto legale di questi prodotti due giovani collaboratori della neonata associazione “Centro Studi Ugo Cerletti”, nuova realtà da poco sorta a Conegliano in collaborazione con il Museo degli Alpini e la Sezione Alpini Conegliano, che si propone di fornire informazioni tecniche in ambito forense ed oplologico.

 

I lavori prenderanno il via lunedì 5 dicembre e coinvolgeranno gli studenti tramite una serie di incontri che si svolgeranno presso le scuole che hanno sottoscritto il progetto. La data di inizio è stata pensata in funzione delle imminenti festività natalizie, periodo nel quale notoriamente vengono acquistate ed utilizzate grosse quantità di giochi pirotecnici più o meno pericolosi e legali. I collaboratori del Centro Studi hanno approntato, oltre ad una presentazione che verrà illustrata ai ragazzi durante gli incontri, anche un volantino informativo da consegnare alle loro famiglie, che sensibilizza relativamente alla sicurezza e al divieto imposto dalla legge sull’acquisto di materiale pirotecnico per i minori di 14 anni. Durante gli incontri gli studenti verranno suddivisi in base all'età e le lezioni frontali vedranno alternarsi momenti didattici e di gioco pensati e diversificati in funzione delle capacità di recepimento dei ragazzi affinché il messaggio venga compreso al meglio. Tutti i componenti coinvolti nel progetto confidano nel successo di queste prime lezioni e nella loro estensione anche ad altre scuole e città per diffondere una corretta cultura dei giochi pirotecnici da utilizzare legalmente e in sicurezza.

 

“E’ un progetto di prevenzione - ha commentato l'assessore Assessore Panizzutti - che mira non solo a sottolineare gli ovvi pericoli derivanti da un utilizzo improprio dei giochi pirotecnici, ma anche a sensibilizzare, in particolar modo i genitori, sul corretto acquisto di questi materiali che molto spesso non sono conformi ai severi dettami di legge aumentandone notevolmente la pericolosità. Il “Centro Studi Ugo Cerletti” è una realtà che coniuga conoscenze tecniche e storia, e i due giovani collaboratori che seguiranno il progetto, Camilla e Nicola, due ragazzi pieni di entusiasmo che sapranno certamente coinvolgere al meglio i nostri ragazzi”.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×