23/08/2017quasi sereno

24/08/2017sereno

25/08/2017quasi sereno

23 agosto 2017

Oderzo Motta

BAMBINA MUORE IN SALA PARTO

I genitori denunciano l'Ulss

| commenti | (10) |

| commenti | (10) |

Oderzo - Tragedia al reparto di ginecologia all'ospedale di Oderzo. 

Una bimba  è nata morta al nosocomio opitergino. Il suo cuore avrebbe cessato di battere mentre era ancora nell'utero ed è stato effetutato un parto cesareo d'urgenza.

Ma i genitori denunciano l’Uls 9: secondo loro, infatti, la bimba fino a pochi momenti prima sarebbe stata in buona salute. E la puerpera era già monitorata dai medici: da alcuni giorni era ricoverata in ospedale proprio per seguire la fase finale della gravidanza.

Sempre secondo i genitori fino a pochi attimi prima il monitor stava registrando il battito cardiaco. 

La madre della neonata avrebbe avuto una gravidanza senza alcun tipo di problema.

Ma la data prevista dal ginecologo per il parto era stata superata. Per questo la futura mamma era già in ospedale.

Durante la notte il cuore del feto ha cessato di battere.

I medici, vista la situazione che stava precipitando, avrebbero tentato il cesareo, senza riuscire a salvare la nascitura.

La bimba, secondo alcune indiscrezioni, sarebbe pesata 3,5 kg.

La famiglia abita a Motta di Livenza ma ha chiesto di mantenere l'anonimato.

All'Ulss confermano ma non rilasciano alcun commento.

 

Commenta questo articolo


pazzeco, alla soglia del 2010 si può ancora morire per la cosa più naturale del mondo: la nascita.

segnala commento inopportuno

non voglio nemmeno immaginare come possano sentirsi papa' e mamma.. una tragedia in quello che dovrebbe essere il momento piu' bello.. Un abbraccio

segnala commento inopportuno

quella abitudine che hanno i medici italiani di aspettare fino l'ultimo momento per fare un cesareo. Anche a me è sucesso, dopo due giorni di contrazioni senza esito,e passata per più giorni la data di nascita prevista, far nascere un bimbo con la ventosa........... pericoloso e agresivo, per figlio e mamma.
sono solo stata più fortunata...........

segnala commento inopportuno

mi spiace ma da ostetrica, mi sento in dovere di intervenire....Ci lamentiamo molto che ormai il parto è diventato più medicalizzato che mai,che di una momento cosi' fisiologico si sia fatto a tutti i costi qualcosa di patologico...come si può pensare che i medici aspettano fino alla fine per fare un cesareo quando l'Italia è tra i primi posti accanto agli Stati Uniti per il numero di cesarei effettuati ogni anno!!?? io nn so che esperienza lei abbia avuto ma sicuramente se non gli è stato fatto un cesareo è perchè non ce n era realmente bisogno,molto meno traumatizzante la ventosa per mamma e bambino...ha cmq vissuto lo straordinario momeneto del parto,cosa che con il cesraeo non sarebbe accaduto...
I medici sbagliano ma non sempre,spesso purtoppo le cose accedono per tragiche fatalità.senza un motivo scientifico...Lo so,è molto più facile incolpare qualcuno qnd la sorte ci si scaglia contro....da ostetrica spero sempre che cose del genre non accadano mai ma purtroppo si continuerà a morire cosi come si continua a nascere...non siamo noi a deciderlo....cordoglio per la famiglia e auguri a tutte le mamme...

segnala commento inopportuno

Criticare i medici non è un sistema per arrivare alla verità, solo l'autopsia dirà veramente cosa é successo, probabilmente non c'è errore umano , ma solo tragica fatalità, qualcuno potrebbe anche dire...destino.....

abbiamo i migliori medici noi in veneto, posso testimoniarlo in persona....

una coneglianase

segnala commento inopportuno

...un giorno qualcuno mi spiegherà perchè per qualsiasi cosa debba scattare la denuncia...ancora non si sa per quale motivo la bimba sia morta e già parte la denuncia: in questi casi è il medico stesso che avvia le pratiche per effettuare l'autopsia (allo scopo di capire i diversi perchè)...ma ancor prima si deve fare denuncia...ovvio!!!
Rendiamoci conto che di questo passo, tra 10 anni (se non prima) tutti dovremmo firmare una carta per farci anche solo mettere una mano sulla pancia....carta che esulerà ogni medico da ogni responsabilità!!!...rendiamoci conto che troppo spesso siamo noi pazienti che mandiamo in peggio la sanità...

Altro esempio: tempo fa una famiglia ha denunciato un'ospedale perchè il figlio è deceduto...ok, ci può stare, solo che quel ragazzo era vittima di un incidente auto contro camion, sul posto ambulanza, automedica ed elicottero, trasportato d'urgenza in un grosso ospedale, portato quasi direttamente in sala, deceduto perchè le condizioni erano troppo disperate... Cordoglio per la famiglia...però "se vogliamo un miracolo, forse dobbiamo rivolgerci da qualche altra parte"...

segnala commento inopportuno



Cordoglio alla famiglia ad ogni modo.

segnala commento inopportuno

Beh a quanto pare non e' cosi' pazzesco perche' e' accaduta la stessa identica cosa a me 3 mesi fa....questo perche' c'e' chi non presta attenzione ai segnali che il feto manda. Spero sia resa giustizia, a me e a tutti i genitori che hanno subito questo tipo di tragedia.

segnala commento inopportuno

Alle soglie del 2010 ma anche alle soglie del 3423 si morirà sempre di parto, proprio perchè è la cosa più naturale al mondo.

Andando avanti di questo passo, se un giorno non esisteranno più ginecologi il motivo sarà evidente: non conviene a nessuno rischiare la denuncia, lo stress ed i processi per qualcosa di inevitabile. Così si tornerà a partorire a casa, come 50 anni fa, quando su 100 bambini ne morivano 10 (ed in mezzo qualche mamma).

Condoglianze alla famiglia, tenete duro.

segnala commento inopportuno

io e mio marito abbiamo deciso di far nascere il nostro bambino ad Oderzo pur essndo "fuori zona". non abbiamo dubbi che quella mamma e quella bambina erano davvero in buone mani, si è trattato di un crudele destino che non trovo giusto venga espiato da medici, ostetriche ed infermiere che hanno fatto della nascita un momento indimenticabile per la loro professionalità, comprensione, competenza e rassicurazione. nacere e partorire non è facile e non lo sarà mai, oggi però sopravvivono molti più neonati e molte più puerpere a rischio...solo che quelle non fanno notizia. fiducia e solidarietà al reparto maternità di Oderzo.

segnala commento inopportuno

Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.918

Anno XXXVI n° 14 / 27 luglio 2017

VACCINI A SCUOLA. PROMOSSI O BOCCIATI?

Per andare a scuola non basta il diario. Ora ci vuole il libretto sanitario. Con il certificato delle vaccinazioni.Ma è proprio indispensabile?

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×