06 dicembre 2019

AUTISMO MADE IN U.S.A.

Categoria: Scienze e tecnologie - Tags: AUTISMO, vaccini, MERCURIO

immagine dell'autore

Francesca Salvador | commenti | (28)

 

Il comportamento più disonesto nei confronti dei cittadini, non è stato quella di propalare ufficialmente il falso dogma della scomparsa delle epidemie per merito dei vaccini.

 

No, la cosa peggiore è stata il comportamento cinico di alcuni medici, ricercatori, giornalisti e industriali, allorquando è stata dimostrata la tossicità dei vaccini e lo scempio che stavano compiendo tra la popolazione più indifesa: i nostri bambini.

 

"QUANDO CONOSCI LA VERITA', NON PUOI FAR FINTA DI NIENTE"

 

Francesca

 

 

 

AUTISM: MADE IN U.S.A.

 

 

Riporto alcuni stralci di un documento di PAOLO DE BERNARDI

 

Le vaccinazioni di massa: panacea o strumento maltusiano della tecnocrazia?

 

“Una delle certezze incrollabili dell’uomo medio occidentale è che le vaccinazioni, oltre ad essere un efficace mezzo per impedire l’insorgere di molte malattie, siano anche innocue (cioè prive di effetti collaterali) .

Aver radicato questa certezza è il vero grande capolavoro della virologia, più che l’aver sconfitto – come crede e fa credere – le epidemie.

Mostrare, con grafici alla mano che molte epidemie, in certi paesi del mondo, già erano in calo prima dell’introduzione delle vaccinazioni (grafici riportati ad esempio negli studi di N. Miller, P. Croce, ecc.) provoca nell’interlocutore, sia medico che uomo comune, una sorta di reazione isterica: non è vero, è impossibile che il calo delle epidemie non sia dovuto alle vaccinazioni. Non si può negare il dogma delle vaccinazioni.”

 

Davvero efficaci?

 

Il primo argomento a favore della presunta efficacia delle vaccinazione consiste nell’affermare che a seguito della vaccinazione di massa le principali malattie infettive sarebbero scomparse e a volte si esibiscono dei grafici. Ma approfondiamo avvalendoci di uno degli studi più seri che siano mai stati fatti sulla questione vaccini, che si avvale di grafici e statistiche della stessa OMS, nel quale si mostra che la regressione delle epidemie ha una regressione analoga nei paesi vaccinati e nei paesi non vaccinati.

 

Ungheria, anni Trenta, la popolazione delle campagne viene vaccinata contro la difterite, quella di Budapest no; ebbene il calo del tasso di mortalità per difterite fu pressoché identico nei due gruppi.

Ancora anni Trenta: il cantone di Ginevra viene vaccinato (1932) contro la difterite, quello di Vaud solo 12 anni più tardi; ebbene, nel corso di questi 12 anni, nel cantone vaccinato i casi di difterite scendono da 137 a 20, mentre in quello non vaccinato scendono da 135 a 25.

Spesso si rimane estasiati davanti alla caduta vertiginosa dei decessi per difterite in Inghilterra durante la grande “crociata per la vaccinazione”, ma si dimentica di osservare che, se in quel paese sono stati necessari 10 anni di vaccinazione intensiva (1940-1950) per far calare il numero di decessi da 2.480 a 49, a Berlino, 6 anni di non vaccinazione hanno portato allo stesso risultato.

Se si comparano i grafici di 19 paesi europei dove si è attuata la vaccinazione contro la difterite tra il 1946 e il 1952, con quelli della Germania Occidentale, non vaccinata degli stessi anni, si scopre che sia i casi di malattia che i decessi sono inferiori in Germania Occidentale.

 

Se si confrontano casi e decessi per difterite tra Canada (vaccinato) e Giappone (non vaccinato), negli anni 1944-1952, si osserva che se in Canada la vaccinazione ha fatto meraviglie, in Giappone la non vaccinazione ha fatto prodigi.

 

La crescita della difterite nell’Olanda vaccinata e nella Svezia non vaccinata, tra il 1941-1944, è pressoché identica.

 

Quelli di Germania e Giappone, paesi che sconfitti in guerra non hanno proceduto a vaccinazioni di massa, sono casi eclatanti che parlano da soli, mostrando come tanto il vaccinare quanto il non vaccinare hanno consentito spettacolari riduzioni delle malattie infettive.

 

E siccome i grafici comparati delle due guerre mostrano come durante e subito dopo ciascuna di esse si sono avuti picchi di malattie infettive, ecco che questo ci dà già una indicazione: verosimilmente le migliori condizioni alimentari e igieniche quali si possono ottenere fuori da una guerra sono la vera condizione determinante per la regressione delle malattie infettive.

Non lo si riconosce forse ancor oggi quando una catastrofe naturale o delle guerre provocano profughi che vivono ammassati in tende e campi con poco cibo e cattive condizioni igieniche, non si dice allora che si teme lo scoppio di epidemie?

 

Senza il BCG (vaccino antitubercolare), in Inghilterra, dal 1851 al 1939, il numero dei decessi è diminuito del 75%. Il calo della mortalità in Gran Bretagna (senza BCG) è del tutto simile a quello della Danimarca e della Norvegia (con BCG), due paesi spesso citati come esempio dell’efficacia del BCG. In generale, anche senza l’impiego di BCG, da un secolo a questa parte si assiste ad una straordinaria diminuzione della mortalità da tubercolosi in tutti i paesi ad alto tenore di vita.

Il BCG non è stato usato a New York dal 1924 al 1944 e la caduta della mortalità ha raggiunto il 95%.

 

Per quanto riguarda il tetano:

Nell’esercito francese, il più vaccinato degli eserciti alleati (più di 4.000.000 di vaccinazioni tra l’ottobre 1936 e il giugno 1940), il tasso di morbilità tetanica ogni mille feriti fu durante la campagna del 1940 lo stesso che nella guerra del 1914-18.

Nell’esercito greco, non vaccinato, la frequenza del tetano durante l’ultima guerra è stata sette volte minore che nell’esercito francese.

Quanto al vaiolo:

The Lancet del 23 II 1884, a proposito dell’epidemia del Sunderland, fornisce i seguenti dati: 100 di cui 96 tra i vaccinati; durante quella di Browley: 43 casi di vaiolo in 43 soggetti vaccinati...

A Londra, nel 1901-02 su quasi 10.000 casi 7000 riguardavano persone vaccinate....

La prova più incontestabile della inefficacia di quella vaccinazione, che non protegge neanche per 2 mesi, è data dal rapporto di 2 medici militari, pubblicata dal Lancet il 25 XI 1944, a proposito di 100 casi di vaiolo nell’esercito di stanza in Egitto nel 1944. Tutti i malati, tranne 4 erano vaccinati.

 Nel 1905, quando gli americani occuparono le Filippine, la mortalità per vaiolo era del 10%; dopo la campagna di vaccinazioni del 1905-06 la mortalità passò al 25%; dopo l’intensificazione delle vaccinazioni del 1918-20, col 95% di vaccinati, la mortalità passa al 54%19.

 

Quanto alla efficacia (presunta) dei vaccini, noi disponiamo di una sola grande esperienza, fatta su un numero vastissimo di casi, e condotta rigorosamente a doppio cieco e il cui responso ha per questo valore scientifico.

Si tratta della vaccinazione antitubercolare sperimentata in India dalla OMS nei primi anni Settanta su 260.000 individui, solo metà dei quali vennero vaccinati.

 

Ebbene, negli anni successivi si constatò che l’incidenza della tubercolosi era maggiore proprio tra i vaccinati.

 

In Italia nel 1887-89, la morte per vaiolo tra i soldati era uguale a quella tra le donne non vaccinate.

 

In Italia l’antipolio viene introdotta nel 1956 (quando ancora c’era il Salk), ebbene i casi di polio tra il ’55 e il ’58 sono aumentati di 5 volte.

Nel 1976, il dottor Jonas Salk, creatore del vaccino ucciso usato durante gli anni Cinquanta, testimoniò che il vaccino vivo (usato quasi elusivamente negli Stati Uniti dai primi anni Sessanta in poi) era “la causa principale, se non l’unica’ di tutti i casi documentati di poliomielite negli Stati Uniti dal 1960”. (Il virus permane nella gola per una o due settimane e nelle feci per circa due mesi. Di conseguenza, le persone vaccinate sono a rischio e sono potenzialmente contagiose, fintanto che continua l’eliminazione fecale).

 

Recentemente, i Centri Federali per il Controllo delle Malattie (CDC) hanno ammesso che il vaccino vivo è diventato la causa dominante della poliomielite negli Stati Uniti oggi. Infatti, secondo le cifre rilasciate dal CDC, l’87% di tutti i casi di polio negli USA registrati tra il 1973 e il 1983 (eccetto casi importati) sono stati causati dal vaccino.

 

Secondo il dott. Atkinson, del CDC, “la trasmissione del morbillo tra persone vaccinate è chiaramente documentata. Durante alcune epidemie...oltre il 95% dei casi riguardava persone vaccinate”.

 

Nel 1986, nel Kansas, furono riportati 1300 casi di pertosse. Il 90% dei pazienti di cui era noto lo stato di vaccinazione era stato “adeguatamente” vaccinato.

 

Albert Sabin, inventore del vaccino contro la polio e premio Nobel negli anni Cinquanta, a Piacenza nel 1985, in un aula gremita dell’Ordine dei medici, ha affermato: “Cari Medici, secondo me i vaccini antinfluenzali non servono. Le campagne per le vaccinazioni di massa organizzate dai ministeri della sanità sono soldi sottratti alla ricerca seria. Orientamenti e mode. So bene che rischio di provocare polemiche, ma è esattamente questo il mio pensiero.

A chi stupito gli aveva chiesto chiarimenti, Sabin aveva esibito i dati ufficiali degli Stati Uniti, dove si evidenziava che chi era stato vaccinato contro l’influenza si ammalava nella stessa percentuale di chi non si era fatto vaccinare.

 

E si potrebbe continuare a lungo, ma questo dovrebbe bastare per mettere in luce che una prova scientifica della efficacia delle vaccinazione non la possediamo, anzi semmai possediamo molte indicazioni in senso contrario.

 

In sostanza, i difensori delle vaccinazioni presentano i dati di regressione delle malattie a partire dagli anni in cui vengono introdotte le vaccinazioni, omettendo di evidenziare il periodo antecedente che mostra essere l’epidemia già in calo, oppure omettendo di confrontare i grafici tra paesi vaccinati e non vaccinati.

In questo modo producono l’illusione che tali regressioni siano dovute ai vaccini.

Se il livello di vita è uguale, le malattie evolvono secondo curve simili nei paesi vaccinati e in quelli non vaccinati.

In assenza di vaccinazioni, le malattie regrediscono in tutti i paesi in cui si eleva il livello di vita.

Nonostante le vaccinazioni, le epidemie non regrediscono in quei paesi in cui le condizioni igieniche o il livello di vita vi si oppongono.

 

Nulla permette di affermare che le vaccinazioni abbiano fatto scomparire o regredire le epidemie: tutto porta a credere che l’evoluzione delle une non abbia niente a che fare con l’evoluzione delle altre.

Per essere più modesti, possiamo affermare che noi oggi non conosciamo le vere ragioni del comparire o del regredire delle epidemie, così come ci resta ignoto il perché della scomparsa della famosa peste nera affacciatasi in Europa per la prima volta nel 1348. E la lebbra, è forse scomparsa grazie ai vaccini? “Per ragioni tuttora ignote la lebbra comincia a regredire a partire dalla metà del XIV secolo” (...)

 

QUI IL PDF COMPLETO

Considerazione finale...

"Al tempo della peste bubbonica non esistevano i vaccini, ma la peste è scomparsa ugualmente ed è solo per il fatto che non vi erano i vaccini che non possono inculcarci che la peste è scomparsa... grazie a loro!"

 

.



Commenta questo articolo


Commento dell'utente Arcadia, ad un troll:

"Se critichi una volta, sei una persona che fa una critica.
Se critichi più volte, sei una persona legittimamente critica.
Se critichi spesso, sei un dissidente.
Ma se critichi sempre, sei semplicemente una persona nel posto sbagliato."


Un certo numero di persone, dissentiranno su quanto pubblicato sopra.
Sarebbe interessante e profiquo confutare tramite dati e non tramite slogan.
(se ce la fate ☺)

Grazie

segnala commento inopportuno

"se critichi sempre sei nel posto sbagliato" dice la Sig.ra. Appunto se c'è qualcuno che critica sempre... in campo medico, economico, geopolitico, alimentare, strategico-militare eccetera adergendosi a Suprema Giudice in qualsiasi campo dello Scibile Umano mi pare sia proprio la Sig.ra. Da che titoli e pratiche scientifiche personali, oltreché dalla frequentazione caotica di internet, derivi tanta sicurezza resta una incognita.

Circa la sua ennesima sparata anti-qualcosa, in questo caso anti-vaccinazioni, la tiritera soprastante è costituita da dati obsoleti e statisticamente non utilizzabili perché mancanti di molti requisiti minimi. In sostanza non dimostrano nulla.

PS: l'ONU ha disposto una vaccinazione antipolio di massa nei campi dei profughi siriani a causa della insorgenza di numerosi casi della malattia. Immagino che la Sig.ra, che sostiene che la tragedia siriana è stata propvocata dalla NATO, forte dei suoi insondabili percorsi deduttivi ne deriverà che la ripresa della poliomielite è pure da attribuire alla NATO.

segnala commento inopportuno


☺ ☺ ☺

cit.

"PS: l'ONU ha disposto una vaccinazione antipolio di massa nei campi dei profughi siriani a causa della insorgenza di numerosi casi della malattia"

le epidemie sono scatenate dalle cattive condzioni igienico-sanitarie, e non dalle mancate vaccinazioni.

Tra le popolazioni vaccinate, in caso di guerra, si scatenano epidemie in barba alle vaccinazioni e agli "ssiensiati" che non riescono nemmeno a leggere le statistiche dell'...OMS

☺ ☺ ☺

segnala commento inopportuno


CIT.
"Circa la sua ennesima sparata anti-qualcosa, in questo caso anti-vaccinazioni, la tiritera soprastante è costituita da dati obsoleti e statisticamente non utilizzabili perché mancanti di molti requisiti minimi. In sostanza non dimostrano nulla. "


STUDI DEL 2006
L'autismo è una emergenza


In aumento il numero di casi morbillo, ma quale è la reale epidemia? di Fromitaly



Sul concetto di epidemia ho scritto molte volte.
Leggo oggi che c'è molta preoccupazione per la ricomparsa e la diffusione del morbillo sia negli Stati Uniti che in diversi paesi d'Europa. La causa sarebbe la sempre minore fiducia dei genitori verso il vaccino contro morbillo, rosolia e parotite per i suoi possibili effetti collaterali. Le agenzie scientifico- sanitarie sono ovviamente sicure che queste preoccupazioni siano infondate e che non ci sia alcun link tra vaccino e autismo.

L'autismo è un disordine che colpisce oggi nel nostro paese (dati ufficiali) un bambino ogni 150, uno su 100 e più negli Stati Uniti, l'un per cento di tutti i bambini, il due per cento dei maschi. Non vi sembra questa una epidemia ben più grave e pericolosa di quella del morbillo? Eppure non se ne parla! Migliaia di genitori raccontano dei loro bambini, sani e che si stavano sviluppando in modo perfetto, e che dopo le vaccinazioni di routine sono improvvisamente cambiati: hanno manifestato crisi epilettiche, disturbi del sonno e problemi intestinali.

Molti hanno smesso di parlare e hanno perso le abilità che avevano acquisito sprofondando lentamente in un tunnel senza fine che li ha condotti ad una diagnosi di autismo. I medici non sanno spiegare questa regressione, non ne sanno spiegare le cause, ma dicono che la concomitanza con le vaccinazioni sia una semplice coincidenza. Non si conoscono le cause, sembra non esserci una cura, non sanno come prevenire questa malattia così pervasiva, ma l'unica cosa certa è che la colpa non è del programma vaccinale come provato da una dozzina di studi che hanno escluso ogni possibile collegamento. Che questi studi siano stati condotti con il finanziamento diretto o indiretto delle ditte farmaceutiche, le stesse che producono i vaccini, è considerato irrilevante, come irrilevanti sono le ricerche alternative compiute in questi anni e che invece dimostrano un possibile legame quantomeno tra i vaccini e le problematiche gastrointestinali dei bambini con autismo. I medici che le hanno condotte sono stati discreditati in ogni modo possibile!


Il Dr. Thomas Insel, direttore dell'IACC, una commissione americana appositamente creata dal Congresso per affrontare le problematiche dell'autismo, ha proprio pochi giorni fa affermato che l''80 percento degli Americani con autismo è sotto i 18 anni di età e che bisogna prepararsi a una emergenza nazionale con milioni di persone che avranno presto bisogno di assistenza e servizi.

Nessuno mai, a livello di organi ufficiali, aveva chiamato l'autismo una emergenza, nessuno, ma noi, semplici genitori, lo avevamo invece fatto quando tre anni fa abbiamo chiamato questo nostro portale EmergenzAutismo appunto. Che fosse una emergenza lo sapevamo!

Per anni ci è stato detto che non si trattava di una epidemia, che l'autismo c'è sempre stato e sono semplicemente cambiati i criteri diagnostici divenuti più ampi ed inclusivi, ma ora tutti questi bambini che stanno diventando adulti non possono più essere negati, nascosti e come uno tsunami travolgeranno chi non ha saputo muovere un dito per prevenire e fermare tutto questo.

Uno studio del 2006 dell'Università di Harvard (non so se in Italia ne sia stato condotto uno simile) ha stabilito che il costo per lo Stato per un soggetto con autismo è di 3.200.000 dollari. Altri hanno ipotizzato che occorrono dai 5 ai 10 milioni per persona. E' spaventoso pensare quale sarà il futuro di questa nostra generazione di bambini con autismo quando diventeranno adulti e i genitori non si potranno più occupare di loro.

E' l'autismo l'epidemia di cui preoccuparsi. Quando sentiamo di parlare dell'aumento dei casi di morbillo ricordiamocelo.

http://www.emergenzautismo.org/content/view/885/2/

segnala commento inopportuno

Fino agli anni ‘70, infatti, la popolazione veniva sottoposta unicamente a profilassi antivaiolosa, antipoliomielite ed antitetanica; attualmente, invece, i protocolli vaccinali prevedono l’effettuazione di quattro vaccinazioni cd “obbligatorie” (antipoliomielite, antidifterite, antiepatite B ed antitetanica) oltre ad una serie di vaccinazioni cd “raccomandate” (antimorbillo, antiparotite, antirosolia, antivaricella, antihaemophilus influenzae B, antimeningococco, antipneumococco e, per le ragazze, antipapillomavirus) per un ammontare complessivo, comprensivo dei relativi richiami, di 35-40 somministrazioni, singole o coniugate!
Da qui il “corto circuito” che la vaccinazione, in particolare quelle coniugate o polivalenti, in alcuni casi possono provocare all’interno dell’organismo.
Non è un caso che negli ultimi decenni, parallelamente all’aumento delle vaccinazioni, siano andate aumentando patologie come encefalopatie, encefalomieliti, sindrome di Guillaume Barrè, paralisi spastiche o flaccide, morti cd “bianche”, polineuropatie demielinizzanti, L.E.S. etc.. Parlando di sindrome autistica negli ultimi venti anni si è passati da1:10.000 ad 1:120 mentre negli USA è già sceso intorno ad 1:90 ed in Corea addirittura ad 1:38.
I più recenti studi internazionali e quanto riportato nel vaccino Tripedia ™, dove viene indicato l’autismo come possibile reazione avversa, attestano che non si tratta di un caso!

Contrariamente all’Italia, negli USA nessuno mette più in discussione la potenziale dannosità dei vaccini: ben tre enti federali sono infatti deputati a vario titolo al controllo (farmacovigilanza passiva) sui possibili danni da vaccino (F.D.A., C.D.C. e V.A.E.R.S.) ed è stato persino istituito un tribunale speciale, la cd “Vaccine Court”, competente ad accertare e risarcire il danno da vaccino.
Vari sono i motivi per i quali un vaccino può arrecare danno: può essere stato realizzato male come dimostrato recentemente dal caso H1N1 e quindi da quello del vaccino antipapillomavirus; può contenere sostanze altamente tossiche come mercurio (thimerosal), alluminio, formaldeide, squalene ovvero altre capaci di innescare gravi intolleranze; può essere stato mal conservato; può essere stato inoculato in un momento in cui, per vari motivi, il sistema immunitario non era pronto a rispondere adeguatamente.
Nonostante ne sia stata da tempo prevista l’eliminazione un recente studio australiano ha appurato tuttora la presenza di mercurio per esempio nel vaccino Infanrix Hexa; mercurio che molti studi internazionali hanno riconosciuto come una delle principali cause scatenanti le problematiche neurologico-immunitarie che causano la sindrome autistica.
Ad ulteriore riprova basta ricordare come, nel corso degli anni, molteplici sono stati i vaccini ritirati dal commercio per aver causato un numero inusitato di gravi reazioni avverse; tra questi i vaccini trivalenti MPR Pluserix, Priorix e Morupar, il vaccino antipolio Sabin, l’esavalente Hexavac fino ai più recenti vaccini antinfluenzali Preflucel etc.
Attualmente, secondo molteplici studiosi, risulta più facile contrarre una malattia da vaccino piuttosto che una delle malattie che il vaccino, quando non le induce, dovrebbe evitare.

Avv. Roberto Mastalia

FREE PRESS- PERUGIA
http://www.emergenzautismo.org/content/view/990/48/

segnala commento inopportuno


DATI AGGIORNATI

Scoperto uno scandalo sul principale studio su Autismo e Mercurio


Diamo notizia di un comunicato stampa diramato da Coalition for Mercury-free Drugs (CoMeD), un gruppo che si batte per l'eliminazione del Mercurio dai farmaci, e diffuso sul Sacramento BEE online. Ci auguriamo che la notizia, per ora completamente ignorata in Italia, trovi giusta diffusione tra i media e tutto l'ambiente scientifico italiano, che tanta fiducia ha riposto nei risultati di quello studio che oggi si scoprono alterati. Forse alcuni giornalisti saranno interessati!

SILVER SPRING, Md., 25 Ottobre 2011
Coalition for Mercury-free Drugs (CoMeD) rende oggi pubbliche le comunicazioni intercorse tra il personale del Centers for Disease Control (CDC), l'organismo responsabile del controllo delle malattie in USA, e i ricercatori che rivelano come le autorità americane preposte a verificare la sicurezza dei vaccini fossero evidentemente colluse e abbiano insabbiato la diminuzione dei livelli di diffusione dell'autismo in Danimarca dopo l'eliminazione in quello Stato del mercurio dai vaccini.
I documenti ottenuti tramite il Freedom of Information Act (FOIA) mostrano che i funzionari CDC erano a conoscenza che i dati danesi indicavano una connessione tra la rimozione del Thimerosal (49,55% di mercurio) e un calo dei tassi di autismo e, malgrado questo, permisero la pubblicazione di un articolo su Pediatrics, nel 2003 che non solo escludeva questa informazione, ma addirittura la travisava, denunciando una aumento invece che una diminuzione dei casi di autismo, portando alla conclusione sbagliata che il Thimerosal nei vaccini non causasse l'autismo.

segnala commento inopportuno



CIT.
"Circa la sua ennesima sparata anti-qualcosa, in questo caso anti-vaccinazioni, la tiritera soprastante è costituita da dati obsoleti e statisticamente non utilizzabili perché mancanti di molti requisiti minimi. In sostanza non dimostrano nulla. "


DATI AGGIORNATISSIMI
Jul-17-2011

Murdoch and Vaccines - Exposure of Murdoch's Crimes Open Up A Much Larger Story


Murdoch e i vaccini

Si apre il vaso di pandora degli orrori

L'inchiesta su Murdoch, sotto accusa per lo scandalo sulle intercettazioni non solo in Inghilterra, ma anche negli Stati Uniti, ha scoperchiato il vaso di pandora con tutti i suoi orrori. Ieri il Salem News (OR) ha pubblicato l'intera storia del coinvolgimento di Murdoch nell'affare MPR in un articolo dal titolo “Murdoch e i vaccini – La pubblicazione dei crimini di Murdoch apre un nuovo e più ampio capitolo”.

L'indagine mette in luce, tra l'altro, anche qualcosa che riguarda da vicino la comunità dell'autismo e spiega ancora più chiaramente perchè mai il giornale inglese Sunday Times, di proprietà del figlio di Rupert Murdoch, James Murdoch, abbia attaccato, per mano del suo giornalista Brian Deer, con ferocia inaudita e utilizzando persino la frode per carpire le informazioni, il Dr Andrew Wakefield che da anni studiava la relazione tra i disturbi gastrointestinali nei soggetti autistici e il vaccino MPR contro morbillo, parotite e rosolia.
Ebbene, udite udite, James Murdoch è nel consiglio direttivo della GlaxoSmithKline, l'azienda farmaceutica che produce proprio il vaccino MPR.

http://www.salem-news.com/articles/july172011/murdoch-vaccines-wn.php

segnala commento inopportuno

Vaccini Letali

Robert F. Kennedy Jr. indaga sullo scandalo dell'insabbiamento da parte del governo americano della connessione tra mercurio e autismo

Uno studio aveva rivelato che il mercurio nei vaccini poteva causare l’autismo in centinaia di bambini, ma il governo americano nascose quei dati e impedì ai genitori di chiamare in giudizio le compagnie farmaceutiche per il ruolo avuto nell’epidemia

EmergenzAutismo ha curato la traduzione di questo storico articolo di Robert F. Kennedy, avvocato ambientalista, nipote di John F. Kennedy, pubblicato nel Giugno 2005 sulla rivista ROLLING STONES, per consentirne anche la lettura e la consultazione in italiano.

La storia di come gli enti sanitari governativi, scrive Kennedy, fossero colluse con la "Big Pharma" per nascondere il rischio-thimerosal all'opinione pubblica, è un'agghiacciante studio analitico sull'arroganza, sul potere e sulla cupidigia delle istituzioni. Sono stato trascinato in questa polemica con riluttanza. Come procuratore e ambientalista che ha passato anni lavorando su questioni di tossicità da mercurio, ho incontrato spesso madri di bambini autistici che erano assolutamente convinte che i loro bambini fossero stati danneggiati dalle vaccinazioni. Dentro di me, ero scettico.

Dubitavo che l'autismo potesse essere causato da questo e non capivo la necessità del governo di rassicurare i genitori sulla sicurezza delle vaccinazioni. Ero tendenzialmente d'accordo con gli scettici come Henry Waxam, deputato democratico della California, che criticava i suoi colleghi dell’ House Government Reform Committee per la capacità di saltare alle conclusioni su autismo e vaccinazioni. "Perchè dovremmo impaurire la popolazione circa le vaccinazioni" faceva notare Waxman agli interlocutori "quando conosciamo i fatti?". Fu soltanto dopo aver letto le trascrizioni sull'incontro di Simpsonwood, studiando le più importanti rierche scientifiche e parlando con molti dei più eminenti specialisti, che iniziai a convincermi che il collegamento tra thimerosal e l'epidemia nei disordini neurologici dell'infanzia era realtà. Cinque dei miei figli fanno parte della "Generazione Thimerosal" (i nati tra il 1989 e il 2003) che ha ricevuto pesanti dosi di mercurio dai vaccini. "Le classi elementari hanno un numero di bambini sopra la media con sintomi neurologici o con problemi del sistema immunitario" disse nel 1999 Patti White, un'assistente scolastica, alla HGRC. "Si suppone che i vaccini ci facciano stare meglio, ma in ogni caso, in venticinque anni di lavoro, non ho mai visto così tanti bambini ammalati e danneggiati. Qualcosa di molto, molto sbagliato sta accadendo ai nostri bambini".Ho dedicato tempo a questo problema perchè credo che questa crisi morale debba essere fermata. Se, come le prove suggeriscono, le nostre autorità per la salute pubblica hanno permesso deliberatamente che le industrie farmaceutiche avvelenassero un'intera generazione di bambini americani, le loro azioni sono la prova che dimostra uno dei più grandi scandali negli annali della medicina americana.

VACCINI LETALI
documento completo
http://www.emergenzautismo.org/images/BIOMEDICO/kennedy%20ea.pdf

segnala commento inopportuno

PANICO negli USA – Allarme per un virus che paralizza i bambini – 26/02/2014

E’ ALLARME in CALIFORNIA per un VIRUS SCONOSCIUTO APPARENTEMENTE SIMILE alla POLIOMIELITE, che ha paralizzato almeno 5 bambini, secondo quanto accertato dalla University of California di San Francisco.
La notizia è riferita dalla Nbc News, mentre sul sito di Bbc Health si parla di una ventina di persone colpite dall’infezione della quale si parlerà anche nel corso del meeting annuale della American Academy of Neurology a Philadelphia.
In particolare, i piccoli (tra i 2 ei 16 anni) sono risultati positivi all’enterovirus-68, un agente infettivo che però – a differenza degli altri enterovirus più comuni – è stato in precedenti ricerche associato a sintomi simili a quelli della poliomielite.
Ad ogni modo, l’infezione è ancora molto rara “e non c’è motivo di diffondere allarmismo”, dice Emmanuelle Aubant, autrice degli studi principali sul tema. ”I virus vanno e vengono, possono diffondersi e scomparire. Sono stati registrati casi simili in Asia e Australia” aggiunge l’esperta.

La POLIOMIELITE e’ una GRAVE MALATTIA che COLPISCE il SISTEMA NERVOSO CENTRALE agendo soprattutto sui neuroni motori del midollo spinale, distruggendo le cellule neurali colpite, causando una paralisi che può diventare, nei casi più gravi, totale.
La diffusione della polio ha raggiunto un picco negli USA nel 1952, con oltre 21mila casi registrati. In Italia, nel 1958, furono diagnosticati oltre 8mila casi. L’ultimo negli Stati Uniti risale al 1979, mentre nel nostro paese è stato notificato nel 1982.
Le statistiche sono falsificate appositamente per far quadrare e dimostrare (in modo fasullo) che i vaccini hanno "funzoinato" ma non prendono in considerazione che i vaccini hanno prodotto centinaia di migliaia di danneggiati in varie malattie, e specialmente con la cosiddetta: "paralisi flaccida acuta".....e la meningite in altri casi...
Nel caso in oggetto non è ancora chiara, per i medici vaccinatori che mettono la testa ed il loro cervello sotto la sabbia per non vedere la realta': i danni dei vaccini...., la causa delle patologie. “Al momento ci sono ancora poche certezze e molte cose da chiarire, proprio perché i numeri sono così bassi. Certo il cluster confinato in California è un dato interessante che merita di essere indagato” commenta il professor Massimo Andreoni, infettivologo all’Università di Tor Vergata.
Tratto in parte da: il fattaccio.org

Commento NdR: come volevasi dimostrare, a furia in inserire nella popolazione i virus vaccinali per la polio, questi ultimi, ri-elaborati nei corpi umani, possono riprendere la loro virulenza tossico-nociva e paralizzare certi soggetti immunodepressi da precedenti vaccinazioni !
E non e’ finita, in Africa nelle nazioni ove si vaccina a tutto spiano…, l'aids, la meningite da vaccino ed Ebola (e non solo) hanno fatto il loro ingresso e stanno gia’ seminando malattie e morti.
Basta con i vaccini ! quella e’ la guerra “batteriologica” contro la popolazione del mondo intero…, come dissero nel 2012 Rockefeller e Bill Gates, in TV negli USA, dobbiamo ridurre la popolazione della Terra ad 1,5 miliardi…ed utilizzeremo i vaccini per arrivarci….

Tratto da:
http://www.mednat.org/vaccini/poliovaccini.htm

segnala commento inopportuno

Visto? ennesima dimostrazione dei sinistrati percorsi complottistici che portano la Sig.ra a “strutturare” le sue escandescenti ed antiscientifiche teorie anti-sistema. Ella, basandosi sulla recrudescenza della polio tra i profughi siriani dovuta alle terribili condizioni cui il dittatore Assad col sostegno Putinesco ha costretto il suo popolo, sottintende che della ripresa della polio sia responsabile la NATO stessa; in quanto è la NATO, secondo le sue visionarie paranoie, che ha causato la guerra civile in Siria! La Sig. ra arriva perfino, con spregiudicato cinismo antiumanitario, a contestare la decisione dell’ ONU di intraprendere una campagna di vaccinazione antipolio tra queste disgraziate popolazioni. Stranamente non indica, la Ns. Ineffabile Complottista, in quale altro modo l’ONU dovrebbe fronteggiare la emergenza.
Col bicarbonato, forse? previo consulto col suo (di lei) Grande Epidemiologo di Riferimento, il famigerato Mondini?

segnala commento inopportuno

Caro Piero,

Io qualcosa la posso fare… ma i miracoli, ancora no! ☺

Per esempio vedi le uniche risposte del “solito noto”.
In pratica, mi ha dato ragione, ma è troppo borioso per accorgersene, comunque se ne sono accorti tutti gli altri.

Mi ha accusata di mettere statistiche antiquate, ma quando ho postato dati recentissimi… è sparito! Limitandosi in modo livoroso ad accusare falsamente:

“terribili condizioni cui il dittatore Assad col sostegno Putinesco ha costretto il suo popolo”

Per quanto riguarda Garattini, in passato ho avuto con lui un’esperienza non troppo positiva, ma che vuoi che faccia?
Ogni tanto qualcosina di vero se lo lascia sfuggire, come la quantità dei farmaci inutili o la convinzione che tutti abusino della chemioterapia, che considera alquanto inefficace.
Poi, però… la poltrona è sempre la poltrona!
Mica può dire TUTTA la verità! Avrà famiglia pure lui. ☺

ciao

segnala commento inopportuno

Quella della relazioni con il vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia è una bufala, tornata recentemente alla ribalta, ma più volte definitivamente smentita in passato. Il sospetto, è nato in seguito a uno studio del gastroenterologo britannico , Andrew Wakefield poi rivelatosi una gigantesca truffa. A smentire questa teoria vi sono non solo molti studi - e non di case farmaceutiche, ma di enti pubblici di ricerca - ma anche l’esperienza clinica quotidiana. Si diagnosticano disturbi dello spettro autistico a bambini che non sono stati sottoposti a vaccinazioni dai genitori, che proprio per timori di questo genere non li avevano vaccinati. Le statistiche mostrano che l'incidenza di autismo tra vaccinati e quelli non vaccinati è la stessa.
Dire che il vaccino trivalente provochi autismo è una BUFALA non supportata da dati scientifici certi ma solo da supposizioni.
Un pò come la storia delle scie chimiche.
In ogni caso i genitori sono liberissimi di non vaccinare i loro figli se sono convinti che i vaccini facciano male senza nessuna implicazione in ambito giuridico-penale.

segnala commento inopportuno





Mi dispiace, ma su quella vicenda non sei sufficentemente aggiornato!

cit:
"In ogni caso i genitori sono liberissimi di non vaccinare i loro figli se sono convinti che i vaccini facciano male senza nessuna implicazione in ambito giuridico-penale."

Certo! almeno qui da noi,
il problema è l’asimmetria informativa.
Quando i genitori si rivolgono ai centri vaccinali, si fidano poiché pensano che i medici caldeggino tali pratiche per il totale beneficio dei bambini, e normalmente non hanno la possibilità di accedere a determinate informazioni.

Comunque, caro Pol, nemmeno un accenno al documentario?
Nulla da dire sul comportamento scorretto di medici, supervisori ecc?
Nulla da dire sui dati statistici?

Ma che politicamente scorretto sei?? ☺ ☺

ciaooooo

segnala commento inopportuno

E' vero che c'è un'assimetria informativa, ma nessuna cosa che ingeriamo o assumiamo è totalmente priva di controindicazione o effetti collaterali. Quanti dicono che un bicchiere di vino ai pasti fa bene trascurando il fatto che l'alcool in esso contenuto è deletereo per il nostro fegato? Ma si guarda solo l'aspetto positivo del vino. Oppure per quel che riguarda la carne: contiene proteine ma tante altre sostanze che non fanno assolutamente bene. Vogliamo parlare della verdura che si compra dal fruttivendolo piena di pesticidi? E che dire dell'aspirina' per anlcuni soggetti può essere veramente pericolosa!
Questo per dire che potrebbe esserci qualche caso di autismo dovuto a un'intolleranza del soggetto rispetto al vaccino stesso, ma da qui a dire che i vaccini provochino autismo siamo lontani anni luce dalla realtà
In quanto al filmato ho guardato i primi 2 minuti e mezzo. Oltre a essere troppo lungo so per esperienza che tanti filmati che si trovano su internet vengono costruiti ad arte per supportare bufale quindi non gli do assolutamente nessun peso.
Per quanto riguarda i medici loro sono convinti che i vaccini abbiano più benefici che difetti e quindi gli consigliano.
Per quanto riguarda la mia scorrettezza non sono a priori contrario a tutto e tutti, dove non sussistono prove sufficenti (come in questo caso) non me la sento di sicuro di condanna re i vaccini. Preferisco assumere una posizione neutra e lasciare che siano i genitori a decidere.
Per quanto riguarda i dati statistici l'incidenza in Italia è di 1 caso su 200. l'aumento degli ultimi 20 anni può essere prvocato anche dal cambiamento di fattori ambientali e non necessariamente dai vaccini

segnala commento inopportuno

E' vero che c'è un'assimetria informativa, ma nessuna cosa che ingeriamo o assumiamo è totalmente priva di controindicazione o effetti collaterali. Quanti dicono che un bicchiere di vino ai pasti fa bene trascurando il fatto che l'alcool in esso contenuto è deletereo per il nostro fegato? Ma si guarda solo l'aspetto positivo del vino. Oppure per quel che riguarda la carne: contiene proteine ma tante altre sostanze che non fanno assolutamente bene. Vogliamo parlare della verdura che si compra dal fruttivendolo piena di pesticidi? E che dire dell'aspirina' per anlcuni soggetti può essere veramente pericolosa!
Questo per dire che potrebbe esserci qualche caso di autismo dovuto a un'intolleranza del soggetto rispetto al vaccino stesso, ma da qui a dire che i vaccini provochino autismo siamo lontani anni luce dalla realtà
In quanto al filmato ho guardato i primi 2 minuti e mezzo. Oltre a essere troppo lungo so per esperienza che tanti filmati che si trovano su internet vengono costruiti ad arte per supportare bufale quindi non gli do assolutamente nessun peso.
Per quanto riguarda i medici loro sono convinti che i vaccini abbiano più benefici che difetti e quindi gli consigliano.
Per quanto riguarda la mia scorrettezza non sono a priori contrario a tutto e tutti, dove non sussistono prove sufficenti (come in questo caso) non me la sento di sicuro di condanna re i vaccini. Preferisco assumere una posizione neutra e lasciare che siano i genitori a decidere.
Per quanto riguarda i dati statistici l'incidenza in Italia è di 1 caso su 200. l'aumento degli ultimi 20 anni può essere prvocato anche dal cambiamento di fattori ambientali e non necessariamente dai vaccini

segnala commento inopportuno

Cit.

" Quanti dicono che un bicchiere di vino ai pasti fa bene trascurando il fatto che l'alcool in esso contenuto è deletereo per il nostro fegato? Ma si guarda solo l'aspetto positivo del vino. Oppure per quel che riguarda la carne: contiene proteine ma tante altre sostanze che non fanno assolutamente bene. Vogliamo parlare della verdura che si compra dal fruttivendolo piena di pesticidi? E che dire dell'aspirina' per anlcuni soggetti può essere veramente pericolosa! "

concordo!

infatti mi interesso da vent'anni di tutti questi argomenti.

Se è vero che hai visto solo i primi due o tre minuti del documentario....

... chiudiamo pure qui la conversazione! ☺

ti auguro una buona giornata, con una sana risata!!☺

Francesca

segnala commento inopportuno

Io invece è solo 18 anni che mi occupo di leggende metropolitane, circa dall'alba di internet dove hanno avuto la loro esplosione.

segnala commento inopportuno

Ed ancora la Sig.ra Complottista non insegna al mondo, dall' alto dei suoi titolatissimi studi clinici (???) , in che modo bisognerebbe contrastare la recrudescenza di poliomielite tra i profughi siriani, se non con la vaccinazione.

Incontenibilmente esilarante il suo risentimento verso il Prof. Garattini col quale avrebbe avuto una "esperienza non positiva". Ipotizzo che il Farmacologo non abbia accettato un confronto "alla pari" con lei ed il Sig. Mondini (in rappresentanza della multinazionale del bicarbonato). Ipotizzo che abbia pure chiamato il 118....

Questi blog della Complottista & Valletti Riuniti & Insultanti sono meglio di una commedia goldoniana. Continuate così, magari cambiando titolo al blog. Lo chiamerei "L'angolo del buonumore"

segnala commento inopportuno

Gentile signora, il discorso sui vaccini è cosa che girava in un certo ambiente l’anno scorso o forse più. Amici bazzicanti in quel ambiente che non è il mio, me l’avevano segnalato senza la frenesia scopritrice, dottrinaria e asfissiante sue perchè deve dare sempre una risposta ad ognuno e non cumulativamente? Le do atto dello sforzo che lei compie nei suoi articoli sempre facendo riferimento a fonti che non per questo possono essere catalogate come “vere. Circolavano così come circolano quelle sugli OGM, cibi che assumiamo ecc. Forse qualche cosa di vero c’è nella pratica ma non da far pensare a una specie di Spectre, come dice Bastanzetti.
Perr anni abbiamo letto di studi di scienziati sulla fine del mondo causa il riscaldamento e poi un acher russo ha rubato i loro documenti ed è emerso che il tutto serviva per prendere finanziamenti. Il dubbio sulle verità è vecchio come il mondo e allora ecco che si mette in discussione la calata americana sulla luna, i campi di concentramento in Germania con i loro forni crematori e noi popolani siamo portati a dire “ se lo dicono qualche cosa di vero c’è” e su questo ogni minoranza specula per imporsi nelle menti per fare cosa poi? Governare.
La teoria maltusiana di limitare la presenza umana nel mondo è ben presente in America e sostenuta da due o tre filantropi che poi sono quelli che hanno in mano la finanza internazionale (per inciso Soros è entrato in questi giorni con il suo capitale nelle Coop e Soros è quello che ha fatto tracollare la lira qualche anno fa. Tanto per dire come le forze sociali, anche le più egualitarie e popolari interagiscono con “lo sterco del diavolo” senza il quale no se magna !!) .
Lei penso sappia che questi filantropi americani hanno fondato e guidano l’ONU e che la teoria della ideologia “gender” (al genere umano farà più danni questa che tutte le guerre nel mondo!) è sostenuta proprio dall’ONU per non dire di quelle commissioni sui diritti civili dove ci sono e in alcune presiedute, da paesi dove quei diritti vengono calpestati.
Questo è il mondo d’oggi dove ognuno di noi umani è nato e vive peccatore. Con questi problemi, l’ineguaglianza, dobbiamo convivere e il problema vero è che ognuno di noi deve darsi da fare per limitare questa ineguaglianza, con gli strumenti della democrazia che abbiamo e non altri. Fotografare le varie situazioni nel mondo porta solo a impaurirsi e fermarsi in attesa di un 007 cinematografico o l’Eden delle fiabe. Conta di più darsi da fare per Vittorio e l’Italia (la lista Marra e la sua, di Marra, gnocca l’hanno buggerata e mi meraviglia che una come lei sia caduta in quel bartoel)
E con questo post ritorno nei miei confini geografici

segnala commento inopportuno

Posto il fatto che, alla bufala del riscaldamento globale sono parecchi annni che non ci credo più, (nel 2010 ne abbiamo parlato a Vittorio Veneto in una conferenza con oltre 200 persone) i soliti intelligenti, l'hanno pensata bene!

due piccioni ... con una criminalata!


http://youtu.be/YUfGZEFTZpQ

originale del 2010:

Bill Gates Admits Vaccines Are Used for Human Depopulation

http://youtu.be/6WQtRI7A064

buon divertimento.. e mi raccomando... continuate a credere agli... "ssiensiati"!

segnala commento inopportuno

Io ammiro veramente la sua costanza, forza combattente, ili dare riferimenti e rispetto le sue idee e convinzioni, la sua mission ma non siamo più bambini e noto che lei fugge da argomenti che le si pongono. Sembra quasi che se le chiudono i rubinetti delle sue fonti, lei rimanga all’asciutto, senza più argomenti da controbatter e quelli posti da noi umani e provinciali non abituati alle luci della ribalta, al cerone.
Posso ammettere questo atteggiamento in uno studioso ricercatore ( lei sa certamente che Krugman ha lasciato l’università di Princeton per una pubblica e si è ridotto lo stipendio). Ma lei dovrebbe avere, tendere ad orizzonti più ampi, a confrontarsi anche su temi più attinenti alla vita di ogni giorno, farci capire che la sua cultura, i suoi modelli e ispirazioni economiche ci aiutano a risolvere i problemi di oggi dicendoci anche come. In caso contrario è solo sfoggio di un sapere inutile o dottrinale-ideologico che soddisfa solo il suo io. Da rispettare ma anche da non soffermarsi perché, ripeto, inutile ai fini pratici, di confronto politico e sociale.
Insomma le sue campagne in questo giornale e la sua esperienza politica elettorale testimoniano che la vita è dura e che non aiutano a cambiare il mondo ma porsi contro. Diciamo, sempre con rispetto delle idee, anarchicamente ?
Con questo ho proprio finito per oggi e per domani perché altrimenti perdo ogni speranza di poter migliorare questo mondo che, nelle sue contraddizioni e ambiguità, amo e nel quale modestamente opero.

segnala commento inopportuno

Grande Capo Corvo Rosso, può spiegarci meglio 'sta storia della Lista Marra in cui si è schierata la Sig.ra Complottista? quando è successo, che elezioni erano, come è collocata politicamente, 'sta lista ?

Anch'io tempo fa, colpito dalla universalità ed imponenza dei problemi baldanzosamente affrontati senza nessuna competenza e senso di responsabilità dalla Sig.ra, le chiesi come mai, invece, non si era mai pronunciata sulle questioni certo meno complesse della vita amministrativa della sua città. Le chiese, per fare un esempio, cosa ne pensasse del traforo di S. Augusta. Silenzio assoluto. Come in silenzio assoluto rimane adesso alla domanda su cosa farebbe, se non vaccinare almeno i bambini, ai disgraziati profughi siriani dove serpeggia la polio.

Si dimostra che la Sig.ra fa solo pettegolezzo scandalistico ai fini, nella migliore delle ipotesi, di una autopromozione narcisistica.



segnala commento inopportuno

Quello che per caso faceva quella pubblicità trash del suo libro Manuela Arcuri? E che poi aveva come testimonial Lele Mora,Ruby, e la mitica Sara Tommasi?
Nooooo! Non ci posso credere che la Sig.ra Salvador sia entrata nella lista di un elemento del genere!
Mi aspetto una sonora smentita da parte della Sig.ra Salvador!

segnala commento inopportuno

Quello di cui non si rende conto la Signora è che viviamo in un mondo di veleni, nei cibi, nell’aria e chi ha la sfortuna di avere una moglie bisbetica e prepotente, nel matrimonio ( la mia esclusa, s’intende). Solo che la Scienza ha fissato dei limiti di tollerabilità per il nostro organismo (che poi lo siano veramente ho i miei dubbi ma non conta perché l’importante è crederci. Io posso capire che alcune persona si lascino influenzare più di altri sull’argomento ma c’è sempre un ma che distingue per interesse una cosa da un’altra. Sugli scarichi delle vetture e dei camion che vanno a diesel, invece che benzina, l’inquinamento è maggiore e i limiti di sopportabilità dovrebbero essere più elevati e quindi comporterebbero più costi di produzione per chi li produce. Ma di questo nessuno ne parla perché…senza non vivremmo la nostra, faticosa?, vita giornaliera e staremmo fermi alla bici. Meglio fare battaglie sulla irrorazione delle viti e combattere il prosecco senza pensare a noi alpini assetati !! Su Marra leggere l’ammissione della stessa Salvador in un suo precedente articolo. Ma questo non è il problema che invece è, secondo me, il volerci ricondurre al pensiero unico. E poi, alla fine, quando non cerano tutti questi veleni , la Spectre, morivano a 50 anni dopo aver “prodotto” numerosa figliolanza. Oggi meno ma viviamo di più, con il mal di schiena e gastroenterite, ma più felici di un tempo magari con protesi dentarie con palato e dai denti bianchi e non nicotizzati ( e così addio baci delle amanti).

segnala commento inopportuno

AUGH Grande Capo Alpino! tu sempre parlare con lingua dritta! ciò che votare capelluta squaw "Complottista Sangiacomese" non essere problema!
Il fatto è che, per completare il profilo della sua personalità (anamnesi clinica), ogni dato è utile. Io non so chi sia ‘sto/’sta Marra, né quando si sia palesato/a né che orientamenti abbia oltre il bungabunga di Lele Mora di cui vocifera l’esperto in damigiane Sig. Scorretto. Lei dice che la Complottista ne ha parlato in uno dei suoi scritti? E io secondo lei dovrei sacrificare alcuni anni della mia giovane vita per legger quella montagna di farneticazioni paranoiche? (confesso: finora l’ho fatto solo parzialissimamente. Basta e avanza qualche riga qua e là per ispirar i miei micidiali commenti al suo spassoso blog).
PS: … e la Sig.ra, come pure Mondini e Pierodeola (il nobel che dà dell “ignorante” a chi non la “pensa” come lui) , continuano a tacere sul vaccino polio ai bimbi profughi siriani. Fa veramente soffrire quell’infanzia gettata nel fango nell’indifferenza di chi NON vorrebbe neppure vaccinarla; come fa soffrire tutta l’infanzia oltraggiata in qulasiasi modo dalla bestialità dell’ Homo Sapiens.

segnala commento inopportuno

Marra è un avvocato scrittore (detto avvocato inonda-giornali o avvocato grafomane come definito da Massimo Gramellini) che a suo tempo aveva fondato una lista mi pare in Campania dove ha preso ben l' 1%.
E' noto per i suoi libri kitsch e trash e dalle pubblicità dei suoi libri fatte da altrettanti personaggi trash.
Si guardi quella con Ruby in mutande è eccezionale mi sono fatto un sacco di risate!!!!!

P.S. Invito la Sig.ra Salvador nel prossimo post al posto di Balasso di mettere gli spot dei libri di Marra. Eccezzzziunali veramente!!

segnala commento inopportuno

ah ah ah... uhi uhi uhi...un avvocato grafomane kitsch e trash ah uhi ...ah aha ah ...con Ruby in mutande...ah uhi ah...la prego la smetta Sig. Scorretto che mi si sta scardinando il velopendulo dal ridere.... uhi uhi uhi.... e la Sig.ra Complottista si è messa .....ah ah ahhahha ... a far politica co 'sto soggetto? ah ah ah ...
gò è lagreme ai oci!

segnala commento inopportuno

invece di vaccinare i bambini, con sommo gaudio di Bill Gates, potrebbero smetterla di scatenare una guerra dopo l'altra, così non ci sarebbero epidemie.

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×