24/05/2017possibile temporale

25/05/2017quasi sereno

26/05/2017quasi sereno

24 maggio 2017

Mogliano

ARRESTATO INDUSTRIALE DEI RIFIUTI

Socio di minoranza della società che vuole gli inceneritori a Mogliano e Silea

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Mogliano - Arrestato il 76enne imprenditore Giuseppe Grossi, alla testa di numerose società di smaltimento rifiuti, inceneritori e settore immobiliare.

Grossi, a capo della Sadi, è il maggior imprenditore italiano nel settore delle bonifiche ambientali di ex aree industriali. A lui faceva capo anche la Green Holding Spa, socio di Unindustria Multiutilities srl nel progetto degli inceneritori a Silea e Mogliano e doveva fornire la tecnologia per fare della provincia di Treviso il distretto europeo dei rifiuti speciali.

E' stato arrestato a Milano nell'ambito dell'inchiesta sulla bonifica dell'area Santa Giulia assieme ad altre quattro persone fra cui Rosanna Gariboldi, assessore a Pavia e moglie del parlamentare del Pdl Giancarlo Abelli.

L'inchiesta è stata condotta dalle Fiamme Gialle e ha portato a formulare l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale, appropriazione indebita, truffa, riciclaggio e corruzione.

L'imprenditore arrestato è a capo di una miriade di società, tra cui la Gea, realtà che gestisce le principali discariche venete a a S.Urbano di Padova e a Rovigo.
È anche gestore dell'inceneritore di Dalmine, in provincia di Bergamo.

Nel 2005 era entrato in affari con Unindustria Treviso.

È socio di minoranza della Servizi Industriali srl, società di scopo per la creazione degli inceneritori per rifiuti speciali progettati a Mogliano e Silea.

Grossi, con la Green Holding avrebbe dovuto mettere nell'operazione trevigiana le tecnologie e l'esperienza di gestione.

Le reazioni: leggi l'articolo >>>

 

ERRATA CORRIGE: Per errore era stata pubblicata a corredo di questo articolo la fotografia di un omonimo di Giuseppe Grossi, l'imprenditore milanese a capo della Green Holding.

La foto pubblicata è stata erroneamente associata alla persona dell’indagato Grossi Giuseppe, ma tale foto ritraeva invece il dr. Giuseppe Grossi, ex Direttore del Dipartimento Rischio Nucleare e Radiologico dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente.

Il dr. Grossi è uno stimato professionista consulente della SOGIN (Società Gestione Impianti Nucleari) e già Capo della Autorità Nazionale per la Sicurezza Nucleare dell’Agenzia Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, ben noto sia in ambito nazionale che internazionale per professionalità, autorevolezza e competenza nel settore della sicurezza nucleare, del ciclo del combustibile nucleare, della gestione e dei rifiuti radioattivi, del “decommissioning” degli impianti nucleari dismessi.

A lui e ai lettori presentiamo pertanto le nostre più sentite e sincere scuse per averlo associato a una persona che con lui non ha nulla a che vedere.

 

 

Loading...

Commenta questo articolo


Se può essere d'interesse anche per i lettori di OggiTreviso.it, di Grossi avevamo già parlato più approfonditamente nel nostro "speciale inceneritore", che potete legge all'indirizzo http://www.legalitaebenessere.it
Cordiali saluti

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

immagine della news

21/12/2014

Inceneritori? No grazie

Votata in consiglio a Mogliano una mozione ad hoc. Bortolato: «Lo spirito di unione ci ha permesso di bloccare l’inceneritore a Bonisiolo»

immagine della news

23/05/2013

«No agli inceneritori»

Incontro a Mogliano tra le cinque amministrazioni che si battiono dal 2009 contro il progetto di Unindustria

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Vaccini obbligatori per iscrivere i figli a nido e materna. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.914

Anno XXXVI n° 10 / Giovedì 25 maggio 2017

IL FUTURO SARA' L'AUTONOMIA?

Veneto autonomo? C’è il referendum Al voto il prossimo 22 ottobre. Insieme alla Lombardia. Obiettivo dei proponenti: meno Stato

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×