23 settembre 2019

Vittorio Veneto

Arato il campo vicino all'asilo, ma i genitori non vogliono un vigneto: "Non ci arrendiamo"

Dopo la siepe, i solchi per i filari

commenti |

Immagine di repertorio

 

VITTORIO VENETO - Dopo la siepe, i solchi per i filari. “Continuano i lavori per l’impianto del nuovo vigneto accanto alla Scuola dell’infanzia di San Giacomo – riporta il comitato dei genitori -. Nella giornata di oggi, infatti, un trattore ha preparato il terreno tracciando i solchi che ospiteranno i futuri filari del vigneto”.

 

Genitori e residenti però non intendono arrendersi, anzi. “Ci dispiace davvero constatare che i proprietari non intendono desistere dall’intenzione di piantumare il vigneto, nonostante ancora non si siano pronunciati in merito alla permuta – spiegano i genitori – ma noi non molliamo. Abbiamo già avuto l’appoggio, fin dall’inizio di questa vicenda, di Maurizio Castro, presidente dell’Istituto Cesana Malanotti, e del sindaco Roberto Tonon che, anche stamattina, ci ha ribadito l’intenzione dell’amministrazione comunale di compiere ogni atto possibile per fermare questo vigneto. Siamo felici, ovviamente, che il primo cittadino ci abbia confermato di essere al nostro fianco in questa battaglia, ma ora è necessario che anche l'Ulss faccia la sua parte, perché l’ipotesi dell’impianto del vigneto si fa sempre più concreta. Durante il convegno organizzato lo scorso 14 febbraio, il dottor Sandro Cinquetti, direttore del servizio Igiene e Sanità pubblica dell’Ulss 2, ha ribadito quanto già ci aveva detto il Direttore generale, il dottor Francesco Benazzi, ossia che, di fronte alla possibilità della piantumazione, avrebbero attivato una conferenza dei servizi per imporre norme di sicurezza il più restrittive possibili per garantire la salute dei nostri figli. E’ tempo che si pensi a questa eventualità, perché la salute pubblica deve essere tutelata prima del guadagno di un privato”.

 

I genitori, però, fanno appello ancora una volta alla Regione perché “metta mano ai regolamenti urbanistici in materia di vicinanza dei vigneti ai luoghi sensibili, in modo da stabilire una normativa comune, il più rigida possibile, per tutelare la salute pubblica ed evitare che casi di questo tipo possano ripetersi”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×