20/08/2018quasi sereno

21/08/2018sereno

22/08/2018quasi sereno

20 agosto 2018

Vittorio Veneto

Apre un nuovo locale a Serravalle. E cerca personale

Paolo Balbinot dà nuova vita a un posto chiuso da 20 anni

commenti |

VITTORIO VENETO - Era chiuso da vent’anni e ora torna a vivere. Apre i battenti venerdì 20 luglio il nuovo locale di via Roma. Di fronte al Castrum, in un palazzo di recente ristrutturazione, un nuovo bar ristorante darà nuova vita alla parte alta di Serravalle. Il locale si chiama Cardus e ad avviarlo è Paolo Balbinot, giovane vittoriese che dopo una lunga esperienza da cuoco in Italia e in Scozia, ha deciso di tornare nella città natale e investire qui, coniugando le sue due più grandi passioni: la botanica e la cucina.

 

“Per preparare i miei piatti - spiega Paolo – sono solito utilizzare le erbe spontanee, i fiori, gli estratti di linfa. Qui in zona ne abbiamo una grande varietà e saranno quelli il punto di forza della mia cucina”. “In cucina sarà tutto fatto in casa – continua il cuoco – il pane, i grissini, la pasta, i gelati, i sorbetti. L’idea è quella di proporre un menù degustazione la sera, ricercato, e menù più semplici a pranzo, anche per i lavoratori”.

 

La cucina di Paolo è tutta a km zero: i piatti saranno preparati con prodotti locali, di stagione, e anche la carne arriva da produttori locali, il tutto nel rispetto degli animali, che non provengono da allevamenti intensivi, e della natura. L’etica alla base della cucina: è questo il leit motiv di Paolo e del suo staff.

 

Uno staff che sta cercando di costruire: “Per il bar ho già trovato due persone - spiega il cuoco - e in cucina sono affiancato da un ragazzo, pasticcere. Invece ancora mi manca un cameriere per la sala. Ho fatto diversi colloqui ma è difficile trovare qualcuno disposto a lavorare la sera e i weekend. Domani apriremo il bar, mentre il ristorante sarà attivo probabilmente dalla settimana dopo, sperando di trovare qualcuno che serva ai tavoli”.

 

Il locale conta anche di una piccola terrazza dove poter mangiare d’estate, e una corte interna per bere qualcosa all’aperto. La sua riapertura, dopo 20 anni di buio, porterà movimento in via Roma, una delle strade più caratteristiche della città.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×