17/11/2017quasi sereno

18/11/2017quasi sereno

19/11/2017foschia

17 novembre 2017

Treviso

Approvato il piano triennale delle opere pubbliche

Interventi a favore dell’edilizia popolare e della scuola. Nasce il progetto per un Cavalcavia Verde

commenti |

TREVISO - Edilizia popolare, scuola, ma anche rigenerazione urbana, nuovi posti auto. Nel piano triennale delle opere pubbliche, approvato ieri dalla giunta comunale, oltre alla risistemazione di 8 alloggi popolari, interventi per i quali la giunta ha stanziato 350mila euro (e che si aggiungono agli altri 250mila della variante, per un totale di 22 alloggi da consegnare a dicembre) c’è anche la riqualificazione dell’area del cavalcavia della stazione.

Un intervento da 450mila euro che, oltre a mettere in sicurezza le campate, pone anche le basi per il futuro inserimento di elementi verdi che rendano più armonica la struttura. Il progetto preliminare dei lavori prevede anche la risistemazione dell’area sottostante, un nuovo piano per l’illuminazione, il rifacimento delle pavimentazioni e la riorganizzazione della sosta, con la creazione di una quarantina di posti auto.

 

Da una prima stima dei tempi i lavori potrebbero essere appaltati entro fine anno e iniziati tra marzo e aprile del 2017. Il costo dell’opera verrà coperto grazie all’utilizzo dell’avanzo vincolato composto da somme derivanti dalla monetizzazione dei parcheggi.


Tra gli interventi maggiori anche il restauro di Villa Letizia (220mila euro), la manutenzione straordinaria delle scuole elementari e interventi di completamento finalizzati all’adeguamento e alla prevenzione della Palestra Pascale di via Cartieretta e la manutenzione straordinaria dei cimiteri comunali (150mila euro).

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×