18/11/2017quasi sereno

19/11/2017foschia

20/11/2017sereno

18 novembre 2017

Treviso

ANZIANO PESTATO PER STRADA DA TRE STRANIERI

È accaduto ieri sera. L’uomo è ricoverato in ospedale sotto choc

commenti | (6) |

TREVISO – È ancora sotto choc un anziano aggredito ieri sera da tre uomini per strada, a poca distanza dalla sua abitazione, in vicolo XV Luglio.

L’uomo, 72 anni, è stato preso a calci, pugni e bottigliate dai tre - secondo le testimonianze nordafricani – forse per rapina, dato che gli è stata strappata una catenina che aveva al collo, anche se non si esclude che volessero fargliela pagare per qualcosa.

Sull’episodio sta indagando la polizia, al momento non si esclude nessuna delle due ipotesi.

Dopo l’aggressione l’anziano, soccorso in un primo momento da alcuni passanti che poi hanno chiamato l’ambulanza, è stato portato in ospedale.

Ha riportato varie contusioni, non ha ferite particolarmente gravi, ma è appunto ancora in stato di choc e fatica a fornire indicazioni utili agli investigatori.

Sempre ieri un altro anziano è stato scippato del portafogli in piazza Santa Maria dei Battuti. Mancava poco alle 13, l'89enne è stato avvicinato da un uomo di colore da dietro che gli ha preso il portafogli che aveva in tasca e poi è fuggito via. Dentro, oltre ai documenti, c'erano circa 60 euro.

M. Cer.

 

Commenta questo articolo


Attenti... sarà sempre peggio. O si prende qualche serio provvedimento o queste situazioni non potranno che degenerare sempre più!
Non serve più andare nelle grandi o medie città per trovare situazioni come queste, ormai sono diffuse e si diffonderanno sempre più anche nei piccoli centri.

segnala commento inopportuno

Intendi che bisogna buttar via le immondizie?

segnala commento inopportuno

Visto che purtroppo allo stato attuale non ci sono alternative, intendo che bisogna applicare le leggi alla lettera e con estrema determinazione, sia per gli ingressi che per le espulsioni, e se mancano le carceri le facciamo costruire a chi ci deve entrare!

segnala commento inopportuno

Meno autorità e più autorevolezza da parte delle istituzioni, tradotto: punizioni esemplari a chi commette crimini così odiosi. Dobbiamo avere rispetto per le persone più fragili quali bambini ed anziani. Sono dell'idea che si voglia arrivare ad un punto di saturazione in modo tale che la società prenda dei provvedimenti ed agisca in maniera autonoma !!! Signori delle istituzioni, mi riferisco in particolare ai nostri giudici, che non hanno le idee chiare visto gli esiti dei giudizi penali...un ulteriore metodo educativo consiste, per esempio, nel rendere questi ladruncoli o pseudo-criminali utili alla collettività, facendoli lavorare...ripeto LAVORARE, in modo che se lo guadagnino il rispetto ed il reinserimento nella società.
P.S. lavori utili alla collettività, ve ne sono tanti, ad esempio tutte quelle mancanze che denunciano i cittadini: rifiuti per strada, muri imbrattati, giardinetti sporchi, ecc...ecc...

segnala commento inopportuno

Attento stato perche se tu non ci sei,ci faremo giustizia da soli.mogli e buoi solo dei paesi tuoi.

segnala commento inopportuno

C " è poco da dire . Se presi , stranieri o Italiani che si rendano protagonisti di queste aggressioni , vanno portati al POLIGONO DI TIRO in Fonderia , e PASSATI PER LE ARMI .

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.925

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×