21 novembre 2019

Treviso

Anziano morto dopo la rapina: «Aveva le visioni, era arrivato a pesare 31 chili»

Il racconto della moglie di Natalino Scattolin. Erano stati rapinati l’11 settembre

Matteo Ceron | commenti | (2) |

immagine dell'autore

Matteo Ceron | commenti | (2) |

Anziano morto dopo la rapina: «Aveva le visioni, era arrivato a pesare 31 chili»

TREVISO - «A portarlo nella tomba è stata la paura per la rapina». A parlare è Annamaria, moglie di Natalino Scattolin, morto il 2 gennaio scorso all’età di 84 anni.

L’11 settembre scorso i due coniugi erano stati vittima di una brutale rapina all’interno del loro appartamento in via Ellero.

Due uomini a volto scoperto all’epoca entrarono in casa con la scusa di vendere delle biciclette.

Una volta dentro picchiarono selvaggiamente i due anziani, poi presero i soldi che la donna aveva nel portafogli, poco più di duecento euro, e la collezione di monete del marito raccolta in quasi quarant’anni.

Natalino Scattolin, dializzato da tempo, era stato ricoverato in ospedale. «Non si è mai ripreso – racconta la moglie – Io sono riuscita in qualche modo a reagire a quella esperienza, ma lui no. Aveva le visioni, mi chiedeva che cosa ci faceva quella gente in casa: nella sua testa gli pareva che fossero ancora lì».

 

Non riusciva più a mangiare, in qualche mese è dimagrito fino a morire.

«Pesava 77 chili, quando è morto era arrivato a pesarne appena 31 - dice ancora Annamaria - Era pelle e ossa, non riuscivano nemmeno a fargli le punture. Si è spento come una candela, non ce la faceva più a vivere, era troppo angosciato».

I rapinatori non sono ancora stati presi. Se rintracciati potrebbero essere accusati di omicidio preterintenzionale. «Spero solo che riescano a prenderli – afferma – Li ho visti in faccia, se mi li dovesse trovare davanti non so che cosa farei».

Nella foto in alto l'anziana tiene in mano l'epigrafe del marito morto, sotto mostra il punto in camera da letto dov'è stato picchiato dai rapinatori

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×