25/09/2018sereno

26/09/2018sereno con veli

27/09/2018sereno

25 settembre 2018

Benessere

Alimentazione in Italia: aumentano le scelte salutiste e la dieta vegetariana

commenti |

È una svolta salutista quella che traduce le ultime manovre degli italiani in materia di alimentazione.

 

A confermarlo sono gli ultimi studi presieduti dalla Coldiretti e dall’Eurispes che evidenziano negli ultimi cinque anni un 8% della popolazione italiana in stabile crescita nella scelta di una dieta alimentare più sana e genuina. Ma quali sono di preciso nel nuovo panorama italiano sempre più green e bio le direzioni più intraprese dagli abitanti?

 

Si afferma al primo posto con il 6% la corrente dei vegetariani convinti. Solo in questi ultimi anni la percentuale degli italiani che sceglie di rinunciare alla carne ammonta a più del 7% (vegetariani + vegani) ed è in crescita continua. D’altra parte gli acquisti degli italiani in fatto di spesa non lasciano dubbi. Le statistiche non hanno mai contato così tanta frutta e verdura nelle case degli italiani. Coldiretti parla di un aumento record dei consumi che va dal +7% per il pesce fresco fino a un +4,3% per la frutta fresca.

 

Ma altrettanto decisa sembra essere la porzione della popolazione italiana che sceglie di dedicarsi ad una più selettiva vita vegana. Basti pensare per farsi un’idea consultando Tripadvisor, che su un totale di 225.490 ristoranti recensiti, quasi il 25% offre e propone un menù vegetariano e il 18% circa portate esclusivamente vegane.

 

Le spinte salutiste d’altronde sono ormai inarginabili, e sembrano arrivarci da tutti i fronti. Gettando uno sguardo sul panorama mondiale dello sport ad esempio non ci manca certo la materia prima. Si pensi alle recenti dichiarazioni rilasciate dall’ormai affermato campione di pugilato Keith Holmes che si è votato da qualche anno ad uno stile di vita vegano. O che dire ancora di Fiona Oakes, la campionessa internazionale di maratona originaria della Gran Bretagna, anch’essa decisa vegana fin dall’adolescenza? E alla stregua di questi, non meno importante risulta l’esempio di Daniel Negreanu, il più vincente tra giocatori di poker sportivo che ha impresso al suo stile di vita una disciplinata svolta vegana. Svolta di cui peraltro ci informa in un film documentario autobiografico presentato al TIFF Bell Lightbox di Toronto, prodotto da Francine Watson e da PokerStars.

 

Oltre i vegetariani e i vegani, però, anche nuove tendenze trovano spazio in Italia. Trattasi ad esempio del crudismo, orientamento alimentare che si esplica nel consumo di soli cibi crudi nel pieno delle loro proprietà nutritive ed energetiche. Seguono poi su questa scia la dieta fruttariana che prevede il consumo esclusivo di frutta, e più originale paleo-dieta, eccentrica tendenza che si concentra sulla scelta dei cibi esistenti fin dall’età paleolitica. Dalla carne magra, al pesce e ai molluschi, radici, verdura e qualche frutto.

 

Insomma chi più ne ha ne metta giungendo a giocare con l’alimentazione a seconda della propria fantasia, dopotutto quella del nutrirsi è un’arte ed è giusto che ognuno si diletti ad aggiungere l’ingrediente che più gli si addice. Ma a proposito di ingredienti e alimenti più consumati, secondo il rapporto Eurispes troviamo in prima linea la frutta secca con un +8%; il riso integrale; insalate e zuppe pronte in busta predilette per il fattore praticità; e l’evergreen olio extravergine d’oliva. 

 

«Dimmi quel che mangi e ti dirò chi sei».

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×