19 luglio 2019

Vittorio Veneto

Alessandro De Bastiani è il candidato sindaco di Rinascita Civica

Presentato anche il terzo candidato per la corsa a sindaco

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Annunciato anche il terzo candidato sindaco – in ordine temporale – per le elezioni amministrative a Vittorio Veneto: è Alessandro De Bastiani, che guida il progetto di “Rinascita civica”. De Bastiani era stato tra i più gettonati nei mesi scorsi, e veniva dato come papabile candidato fuori dai partiti, anche se non era nota la forza politica che avrebbe capeggiato.

 

Oggi le riserve sono state sciolte, e De Bastiani è stato ufficializzato: Rinascita Civica è – lo si legge nella nota che ha diramato la civica - “un gruppo nuovo e plurale, composto da persone di tutte le età, con sensibilità e provenienze diverse, ma con una medesima visione circa il futuro di Vittorio Veneto”.

 

Il gruppo ha definito De Bastiani “la persona più adatta a rappresentarci e a concretizzare il nostro progetto. Una figura conosciuta ed apprezzata in città; una persona dalla lunga esperienza, che coordinerà, guiderà e farà crescere il gruppo di Rinascita Civica nei prossimi anni, con l’obiettivo di tradurre il nostro programma in realtà”.

 

Termina quindi l’esperienza Pd di De Bastiani, che nell’aprile scorso si era dimesso da consigliere comunale. L’ex esponente dem ha escluso la possibilità di alleanze con i partiti, parlando di “discontinuità” e di Rinascita Civica come di “un’alternativa ai partiti”. La civica ha dichiarato la necessità di “lasciarci alle spalle le insoddisfacenti e sorde amministrazioni guidate da Lega e PD, ed investire su un altro modo di governare la città, fondato sulla trasparenza e partecipazione, su un nuovo rapporto fra cittadini e istituzioni, sull'impegno a perseguire l’interesse generale e non quello di poche, a volte pochissime persone”.

 

L’obiettivo è quello di avere “una città più popolata, più giovane, più verde, meglio servita, più sana e solidale”. Le priorità della nuova forza sono essenzialmente di tipo urbanistico e ambientale: si parla di fare dei “numerosi edifici vittoriesi sfitti, inutilizzati e/o dismessi una risorsa per offrire a prezzi convenienti spazi per abitare e per aprire nuove attività materiali e immateriali”, di “affrontare le criticità ambientali”, di dire “stop ai supermercati” e “consumo del territorio tendente a zero”.

 

Tra i punti del “programma” anche la “mobilitazione per difendere l’ospedale” e il potenziamento dell’asilo nido, della casa di riposo, dei servizi di prevenzione e di quelli sociali. Dopo Marco Dus (Pd) e Michele Toffoli ("Forza Vittorio" e "Vittorio Veneto città in movimento"), anche De Bastiani si inserisce nella corsa a sindaco della città.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×