12 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Alì apre un supermercato in centro a Vittorio e assume 70 persone della zona: "Ma all'ex Carnielli nessun centro commerciale"

"L’ex Carnielli sarà uno spazio in cui non solo andare a fare la spesa, ma da vivere. E avrà quello che serve alla comunità, sarà un punto di aggregazione"

Claudia Borsoi | commenti |

Claudia Borsoi | commenti |

Alì apre un supermercato in centro a Vittorio e assume 70 persone della zona:

VITTORIO VENETO - «L’ex Carnielli sarà uno spazio in cui non solo andare a fare la spesa, ma da vivere. E avrà quello che serve alla comunità, sarà un punto di aggregazione. Vogliamo infatti fare qualcosa di bello e di utile per la cittadinanza. Prima cercheremo di capire cosa serve alla città, poi passeremo alla progettazione».

 

Queste stamane, lunedì, le parole e le idee di Gianni Canella, vice presidente di Alì spa, la società padovana che da qualche giorno è la nuova proprietaria dell’area di via Dante. In mattinata Canella ha incontrato, per la prima volta, il sindaco Antonio Miatto. Il primo, si prospetta, di una serie di incontri, perché la società intende capire, anche con l’aiuto del Comune, di cosa ha bisogno la città e quali sono i gusti dei vittoriesi per poi intervenire nell’area. Prima cosa da fare sarà comunque la bonifica da eternit e da cromo. Lo ha ribadito anche Canella stamane. Poi l’avvio della progettazione. I tempi? «Vorremmo fare velocemente» l’auspicio del numero due di Alì.

 

«Non facciamo centri commerciali – ha poi tenuto a precisare il vice presidente di Alì che tra Veneto ed Emilia Romagna conta 112 punti vendita -. La nostra è un’azienda famigliare. Vittorio Veneto è una città bellissima e da un po’ cercavamo qui un posto». L’attenzione è dunque ricaduta sull’ex Carnielli finita all’asta. E il recupero del sito sarà sostenibile e attento all’ambiente.

 

«Siamo pronti a collaborare con la comunità» ha affermato stamane, nel corso della conferenza stampa, Canella. «Vogliamo far tornare a vivere l’ex Carnielli, storica azienda e pure io possedevo una bicicletta Graziella, e il Meschio. Sarà un posto da vivere, ad esempio con bar, ristorante e area verde».

 

Sulla progettazione Canella non è entrato nei dettagli, perché progetti ancora non ce ne sono. Per il punto vendita di media dimensione, ha poi annunciato, «verranno assunte circa 70 persone e saranno della zona».

 

Il sindaco Miatto ha ribadito che con l’acquisto da parte di Alì dell’ex Carnielli «va a risolversi il problema dell’inquinamento che per anni ci ha preoccupato», oltre al fatto che sarà recuperata un’area abbandonata, una delle tante lungo il Meschio, che potrà dare anche una scossa al tessuto vittoriese e ai cittadini, «una maggiore forza d’animo affinché, grazie anche ad investimenti come questi, si possa decollare».

 

Miatto stamane ha voluto far incontrare i vertici di Alì con quelli di altre due società, Immobiliare Duomo e Serica, che possiedono aree a sud dell’ex Carnielli. Si tratta di terreni che pure hanno una destinazione residenziale e commerciale (complessivamente una capacità edificatoria di 12mila metri cubi), con l’intento di farli interloquire per non creare doppioni a due passi.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×