24/05/2018possibile temporale

25/05/2018quasi sereno

26/05/2018parz nuvoloso

24 maggio 2018

Treviso

Aeroporto Canova: una metropolitana di superficie che collega lo scalo con la città

La proposta del candidato Conte per intercettare viaggiatori e decongestionare la zona dal traffico

commenti |

TREVISO - “Sull’aeroporto di Treviso va trovato un equilibrio tra lo sviluppo della città e la vivibilità di un quartiere paralizzato dal traffico stradale ed aereo”.

Per risolvere la situazione, il candidato del centro destra Mario Conte, propone la creazione di una bretella ferroviaria da 800 metri, come una metro di superficie, che con navetta rapida collegherà lo scalo alla città. “Un’opera avveniristica, ma semplice da realizzare - spiega il candidato sindaco - su cui mi confronterò con il presidente di Save Marchi e con Rete Ferroviaria e Trenitalia”.

L’aeroporto Canova ha avuto nel 2017 un incremento di traffico del 14%, con oltre tre milioni di viaggiatori. Se una bretella ferroviaria di soli 800 metri e un’adeguata promozione dei nostri brand potrà portare in città anche un 10% di questo volume di viaggiatori, creeremo un indotto importantissimo per il centro, per la ricettività, per l’offerta culturale e per l’economia della città. E contemporaneamente, non dimentichiamolo, sgraveremo la Noalese, la tangenziale, i quartieri di Giuseppe e Canizzano da auto in sosta e garantiremo una migliore viabilità a quel quadrante”.

“Con la vendita delle azioni Save, Manildo ha ricavato 25 milioni di euro con cui prevedere interventi prima mai effettuati. Uscendo però dalla compagine societaria, ha creato un grave danno a Treviso, tra cui la possibilità di nominare il presidente, di decidere sull’impatto dei voli, di avere voce sul destino dello scalo - sottolinea Conte - E’ stata una scelta non obbligata ma politica, che non abbiamo mai condiviso. Ora bisogna riprendere il dialogo con Marchi ed iniziare quello con Trenitalia e le Ferrovie: sono certo che questa bretella ferroviaria non sia utopia e che ne gioverebbe tutta la città”.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.936

Anno XXXVII n° 10 / 24 maggio 2018

VI RACCONTO UNA FAVOLA. LA MIA

La strada verso Iasi. Abbandonata alla nascita in Romania, Georgiana viene adottata a 7 anni da un imprenditore di Vittorio Veneto e dalla moglie. Poi il padre muore, e lei parte alla ricerca delle sue origini…

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×