15 dicembre 2019

Treviso

Addio a Leandro Rizzo, storico presidente di Azione Cattolica

Primo Presidente diocesano dopo l’introduzione del nuovo statuto nel 1969, contribuì alla guerra di liberazione nel Basso Piave.

Davide Bellacicco | commenti |

immagine dell'autore

Davide Bellacicco | commenti |

Addio a Leandro Rizzo, storico presidente di Azione Cattolica

TREVISO - "Grazie alla sua presidenza anche nella nostra Diocesi sono partiti i primi campi estivi per giovani e per gli educatori. Ho avuto la fortuna di partecipare al primo campo educatori nel 1971, potendo constatare di persona il suo interesse e la sua vicinanza nei confronti dell'equipe ACR, l'articolazione dei ragazzi nata dal nuovo statuto".

Ornella Vanzella, presidente diocesano di Azione Cattolica, ricorda così Leandro Rizzo, storico predecessore alla guida dell’Associazione, scomparso domenica all’età di 94 anni.

"Il Presidente Rizzo ogni volta che ci incrociava nei corridoi di Casa Toniolo non perdeva occasione di informarsi sulle nostre attività e progetti. Ha continuato a sostenerci e incoraggiarci a continuare il nostro servizio".

 

Figlio di Attilio, comandante partigiano internato a Mauthausen a seguito di una retata alla quale lo stesso Leandro scampò fortunosamente, condivise con il padre e il fratello Arturo l’impegno nell’organizzazione della resistenza bianca nel Basso Piave.

 

Negli anni della guerra, proseguendo l’attività del padre geometra, insegnò anche disegno presso il ginnasio dei Salesiani per la ricostituzione del quale si prodigò in prima persona dopo gli sgomberi operati dall’occupante tedesco.

 

Politicamente attivo in ambito locale per la Democrazia Cristiana, subentrò nel 1949 nel Consiglio Comunale della sua San Donà di Piave alla fondatrice delle comunità Piccolo Rifugio, Lucia Schiavinato.

 

Già vice Presidente di Azione Cattolica, sarà eletto Presidente diocesano nel giugno 1970, subentrando a Luigi Rossetti, in carica dal 1953, giungendo per primo dall’introduzione del nuovo statuto nel 1969 ai vertici di un’associazione che, pur risentendo del clima sociale di contestazione del tempo, giungeva comunque a contare quasi 50.000 aderenti nel solo territorio della Diocesi di Treviso.

 

Sposato con Antonia, quattro figli, è stato attivo anche nel mondo del volontariato e delle associazioni umanitarie, adottando egli stesso una bambina coreana.

 

Fra le sue ultime più rilevanti apparizioni pubbliche, il saluto nel 2014 all’Assemblea diocesana elettiva di Azione Cattolica, segno di un reciproco affetto che ha legato fino all’ultimo l’Associazione e il suo Presidente.

 



foto dell'autore

Davide Bellacicco

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×