24/11/2017parz nuvoloso

25/11/2017pioggia

26/11/2017piovaschi e schiarite

24 novembre 2017

Treviso

Actt: parte il progetto di mobilità ecosostenibile

Via gli stalli carico/scarico, in arrivo parcheggi blu e taxi collettivi

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO – Più postazioni di bike sharing, nuove ciclo stazioni per le bici private, più auto elettriche con parcheggi gratuiti, taxi collettivi e miglioramento della gestione dei parcheggi carico-scarico.

 

Sono queste le linee guida del progetto per l’incremento della mobilità ecosostenibile nel centro urbano di Treviso per il quale ACTT con il comune di Treviso, ha ottenuto un finanziamento dalla Comunità Europea, pari a 706.810 euro, partecipando al bando europeo. «Il Perth - Parking green services for better enviroment in Historic Towns, che rientra nel programma Europeo LIFE + - si propone di partire dalla gestione dei parcheggi per offrire servizi di mobilità alternativa a basso impatto ambientale attraverso un insieme di tecnologie, normative e modelli di servizio» - spiega l’assessore alla Mobilità e all’Ambiente Stefano Pimpolari, ricordando che il progetto, che ha un costo di 1.449.381 euro, è stato scelto tra 400 progetti presentati a livello europeo e avrà una durata di tre anni.

Presentazione progetto Perht, ass. S. Pimpolari, amm. unico Actt E. Zanata, presidente MoM G. Sartor

Dopo i primi sei mesi di studio, si partirà con gli interventi nel centro città, attraverso la realizzazione di alcune ciclo-stazioni e parcheggi di interscambio per gli utenti in arrivo al centro storico con l’auto o con il treno che useranno poi la propria bici. Per soddisfare la rotazione necessaria dei veicoli merci nei parcheggi di carico scarico verrà inserito lo stesso sistema a sensori dei parcheggi blu, con controllo dei tempi di sosta e ridotto drasticamente il numero: attualmente sono presenti nel solo centro storico 300 stalli di carico scarico su 2500 totali, l'intenzione è di mantenerne solo una cinquantina. Agevolazioni anche per tutti coloro che useranno le auto elettriche: è previsto dal progetto, l’istallazione presso i parcheggi di alcune colonnine per la ricarica gratis dei veicoli elettrici e soste gratuite nei specifici stalli. Inoltre, per sopperire alla riduzione delle corse del trasporto pubblico locale è stato siglato un accordo con il servizio taxi: il Col-taxi, un servizio di taxi collettivo che attivo nelle ore in cui manca la disponibilità delle corse dell’Actt, potrà prelevare dalle principali fermate del trasporto pubblico con gli utenti. I cittadini potranno effettuare la prenotazione telefonicamente o via web e concordare gli orari.

 

«All’Actt, a capo del progetto, subentrerà ufficialmente dal primo gennaio 2014 Mobilità di Marca – spiega il presidente di Mobilità di Marca Giulio Sartor – la società unica di trasporti, che vede la fusione in un'unica azienda le quattro società di trasporto pubblico locale che servono la provincia di Treviso: Actt, La Marca, Atm Conegliano e Vittorio Veneto e Ctm ».

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×