09 dicembre 2019

Conegliano

In 8 giorni riaperta la viabilità a Ponte della Priula

Il sindaco Scarpa chiede un intervento rapido per placare la sofferenza delle attività commerciali

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

I Sindaci a Ponte della Priula

SUSEGANA - Riaprire il ponte bailey e quindi la viabilità entro 8-10 giorni: "E' quello che voglio", ha dichiarato in mattinata il sindaco di Susegana Vincenza Scarpa.

Dopo il maltempo dei giorni scorsi, si lavora per riportare la situazione del Ponte della Priula alla normalità. Le rampe del ponte bailey, usato per bypassare lo storico ponte chiuso per lavori, si sono autodistrutte come da progetto per evitare l'effetto diga. "Il ponte bailey ha resistito e sembra non aver riportato danni - conferma Scarpa -. I danni sono solo alla viabilità alternativa. Non sono lavori di grande entità. Se le analisi confermeranno che il bailey è ok, ci vorranno 8-10 giorni di lavori, come mi hanno riferito gli esperti".

Questo se si potrà reperire il materiale sul luogo: altrimenti aumenteranno i costi o i tempi. "Meglio i costi - ha dichiarato Scarpa -, non siamo più in grado di sopportare tutto questo". Le attività commerciali soffrono a causa della chiusura della viabilità, e il sindaco chiede la riapertura in tempi brevissimi del bailey.

A darle man forte questa mattina c'erano tantissimi sindaci del territorio: è riemersa anche la richiesta di liberalizzare la A27 tra Treviso e Conegliano. "In merito non abbiamo avuto ancora riscontri", fa però sapere il sindaco di Maserada Anna Sozza. Ora restano da ricostruire le rampe che portano al ponte bailey, un intervento da circa 100mila euro. Anas è già al lavoro per il deflusso delle acque. Scarpa chiede un intervento rapido: " Anche un giorno può fare la differenza".

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×