20/06/2019quasi sereno

21/06/2019quasi sereno

22/06/2019temporale e schiarite

20 giugno 2019

Cronaca

25 aprile, l'omaggio di Mattarella

commenti |

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è giunto stamane all'Altare della Patria dove ha reso omaggio al Milite ignoto in occasione del 74esimo anniversario della Festa della Liberazione. Il Capo di Stato, assieme alla ministra della Difesa, Elisabetta Trenta, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Enzo Vecciarelli, ha passato in rassegna il reparto d'onore schierato con Bandiera e banda. Presenti le più alte cariche dello Stato, i Vertici militari e autorità locali. Subito dopo la deposizione della corona di alloro, il Presidente della Repubblica è partito per Vittorio Veneto, città decorata della Medaglia d’Oro al Valor Militare per rendere omaggio al Monumento ai Caduti. Poi interverrà alla cerimonia celebrativa al teatro Lorenzo Da Ponte.

 

IL CORTEO ANPI - Intanto, a Roma, sfila il corteo organizzato dall'Anpi. "Pace, lavoro, libertà e accoglienza, in una parola l'applicazione della Costituzione Italiana" e ancora "Roma antifascista" sono le parole d'ordine del corteo. La manifestazione, partita da Largo Bompiani, arriverà fino a Porta San Paolo. I manifestanti hanno ricordato la partigiana Tina Costa. In corteo anche molte bandiere di Emergency, Cgil, Pd, Sinistra Italiana, Potere al popolo e Partito Comunista. Verso la metà del corteo una decina di bandiere palestinesi dietro lo striscione "Palestina libera, no al muro e all'occupazione israeliana". "Oggi manifestare per qualcos'altro è illegittimo, significa non voler celebrare la Resistenza e la guerra di Liberazione e inoltre si fa anche un'operazione strumentale - dice il presidente dell'Anpi provinciale Fabrizio De Sanctis, in merito alla posizione del ministro dell'Interno Matteo Salvini, che non parteciperà alle celebrazioni -. La lotta alla mafia si fa tutti giorni, la fanno con noi i compagni di Libera, i magistrati, i poliziotti, tutti coloro che si sacrificano in questa lotta titanica del popolo italiano che non va messa in contrapposizione con la liberazione dalla dittatura".

 

SALVINI A CORLEONE - Nel frattempo, Salvini è arrivato a Corleone (Palermo) dove ha inaugurato il commissariato di polizia, alla presenza del capo della polizia Franco Gabrielli.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×