15 dicembre 2019

Vittorio Veneto

1.200 pazienti oncologici l’anno, al via servizio "counseling" sui farmaci

Benazzi: “Un supporto nel momento in cui affrontano una terapia chemioterapica orale”

commenti |

commenti |

1.200 pazienti oncologici l’anno, al via servizio

VITTORIO VENETO - L’Ulss 7 avvia un nuovo importante servizio a supporto dei pazienti oncologici. Presso il Punto Farmacia dell’Ospedale di Vittorio Veneto sarà attivato, infatti, uno sportello di “counseling” dedicato al paziente oncologico per seguirlo e supportarlo nell’assunzione dei farmaci chemioterapici orali. Il Servizio sarà gestito da un farmacista “dedicato”, con competenze specifiche in ambito oncologico.

 

“Obiettivo di questo nuovo Servizio - spiega il Direttore Generale dell’Ulss 7, Francesco Benazzi - è quello di supportare le persone malate di tumore in un momento delicato qual è quello in cui si affronta per la prima volta una terapia farmacologica complessa. Lo Specialista avrà il compito di accompagnare il paziente nella conoscenza dei farmaci che si accinge ad assumere”.

“L’attività del farmacista oncologico - sottolinea Daniela Maccari, direttore del Servizio Farmaceutico Aziendale - consisterà, oltre che nella dispensazione del farmaco, nella spiegazione delle sue modalità di utilizzo e principali criticità. Al paziente sarà consegnata anche una scheda informativa contenente, per ogni farmaco, indicazioni circa il dosaggio, tempistica, possibili effetti collaterali e le possibili interazioni con fitoterapici, alimenti, bevande. Punto, quest’ultimo, spesso sottovalutato ma estremamente importante: sono numerose, infatti, le possibili interazioni con i farmaci. Il comunissimo succo di pompelmo, ad esempio, in alcuni casi può essere sconsigliato proprio per le sue importanti interazioni con alcuni farmaci”.

 

L’accesso dei pazienti oncologici al nuovo Servizio sarà gestito in collaborazione con l’Unità Operativa di Oncologia. Il Servizio Farmaceutico Aziendale dell’Ulss 7 segue, mediamente, 1.200 pazienti oncologici l’anno e distribuisce circa 2.500 confezioni di farmaci, corrispondenti ad un costo di circa € 1.800.000 annui.

Sempre nell’ottica di agevolare i pazienti e gestire al meglio i farmaci il Servizio Farmaceutico diretto dalla dott.ssa Maccari ha organizzato nei giorni scorsi un incontro con i Medici di medicina generale e ospedalieri per il corretto utilizzo dei farmaci equivalenti nell’ambito dell’Ulss 7: “Tutti i più importanti studi clinici – ricorda Maccari – concordano sull’assoluta sicurezza e qualità dei farmaci equivalenti che garantiscono lo stesso risultato clinico di quelli “griffati”, consentendo al paziente un notevole risparmio. Nei maggiori Paesi Europei l’utilizzo dei “generici” è più che doppio rispetto a quello dell’Italia”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×