19 luglio 2019

Treviso

“Treviso città accessibile”, via le barriere architettoniche

Al vi ai lavori per la realizzazione di tre nuovi percorsi urbani senza ostacoli per disabili e non vedenti

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - “Treviso città accessibile”. Eliminare oltre 100 barriere architettoniche lungo i percorsi urbani della città. E’ questo l’obiettivo dell’amministrazione Manildo che da il via a tre cantieri per migliorare la condizione di marciapiedi e pavimentazioni, oggi impossibili da percorrere autonomamente per persone in sedia a rotelle o non vedenti.

I lavori partiranno da lunedì con la realizzazione di percorsi tattili, semafori con allerta acustica, cartelli e sistemazione dei cordoli per rendere scorrevole il percorso dalla stazione ferroviaria dio a piazza dei Signori, da piazza dei Signori fino al museo di Santa Caterina, passando per via Indipendenza e Santa Margherita. Un terzo percorso sarà realizzato da piazza Borsa e Riviera Santa Margherita. La spesa complessiva per i lavori è di 370mila euro.

“Vogliamo eliminare tutte le barriere architettoniche - spiega l’assessore ai lavori pubblici Ofelio Michielan - In 3mila metri di percorso abbiamo trovato oltre 100 barriere. Entro la fine dell’anno in questi tre percorsi del centro non ci saranno più ostacoli per una città a misura di tutti”. Il progetto, che rientra nell’iniziativa Mi muovo a Treviso è stato realizzato con il contributo del Gruppo associazioni per un Abile città (Gaac).

Ed entro l’anno saranno realizzate anche tre nuove piste ciclabili: in viale Montegrappa a porta Santi Quaranta fino al Duomo, da Borgo Cavour fino al Duomo e in via Roma.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×