25/06/2019sereno

26/06/2019sereno

27/06/2019sereno

25 giugno 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“Non a caso la marcia contro i veleni parte dal Veneto”

È il commento che arriva da Roma, per voce delle deputate del Gruppo Misto Sara Cunial e Silvia Benedetti che domenica parteciperanno alla Marcia Stop Pesticidi.

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

CISON / FOLLINA – Le due parlamentari vanno dritte al punto: “Non è un caso che la Marcia Stop Pesticidi sia nata a Follina in provincia di Treviso, nel cuore delle colline del Prosecco. Lì dove un intero territorio è stato devastato da un’agricoltura industriale che per il guadagno di pochi sta facendo pagare un conto altissimo alla terra, alle persone e alle future generazioni”.

Parole dure alle quali seguono considerazioni altrettanto serie: “In Veneto abbiamo le falde acquifere più contaminate d’Italia, secondo l’Ispra peggio di noi c’è solo il trentino, il tasso di tumori è in continua crescita, la terra presenta una fertilità sempre più ridotta e interi ecosistemi sono ormai completamente minacciati. D’altro canto, i cittadini costretti a vivere barricati in casa o a respirare continui aerosol di pesticidi sono tanto esausti quanto inascoltati. Il fallimento di questo modello agricolo, basato sulla monocoltura e sulla chimica di sintesi, è ormai sotto gli occhi di tutti.

Sara Cunial e Silvia Benedetti, toccano anche un altro tema caldo: “Il respingimento della candidatura Unesco per le ‘Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene’ come Patrimonio dell’Umanità ne è l’ennesima triste dimostrazione. L’unico Patrimonio che dovremmo candidare e tutelare si chiama Biodiversità, si chiama Salute, si chiama Vita. Domenica 19 maggio saremo in marcia per questo per un’agricoltura libera dai veleni, per dare a tutti noi una speranza e un’opportunità. Già oggi tantissime realtà produttive che lavorano nel rispetto della terra e delle persone testimoniano che un’agricoltura diversa si può fare, si deve fare. La strada è tracciata, sta alla politica ora decidere se seguirla o se continuare a rincorrere un’industria dell’agrochimica che ogni giorno, sempre più, ci mostra i segni della sua sconfitta”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×