13/12/2018coperto

14/12/2018quasi sereno

15/12/2018sereno

13 dicembre 2018

Castelfranco

“L’Istituto Maffioli resti ad Asolo”

Appello del gruppo consiliare di maggioranza ad Asolo

commenti |

alberghiero

ASOLO Appello per l’alberghiero in Pedemontana. Il gruppo consiliare di maggioranza "Per Asolo" e il Movimento Civico "Per Asolo" sostengono le iniziative messe in atto dall'amministrazione Comunale di Asolo, volte a garantire la sopravvivenza dell'unica scuola superiore pubblica della Pedemontana e dell'Asolano: l’Ipssar Giuseppe Maffioli.

 

“Asolo e la Pedemontana stanno perdendo l’Istituto Professionale Alberghiero Giuseppe Maffioli, che per anni è stato il fiore all’occhiello di questo territorio – viene spiegato in un comunicato diffuso dalla capogruppo consiliare di maggioranza ad Asolo, Milly Buonanno -. L’Alberghiero nel 2015 si è trasferito, in via provvisoria, a Montebelluna, poiché la sede di Possagno non era agibile e necessitava di essere ristrutturata. Nel luglio del 2015 tra i Sindaci dell’Ipa Terre di Asolo e Monte Grappa e la Provincia di Treviso è stato firmato un accordo in cui gli alunni dell’Istituto Professionale Maffioli della sede di Possagno si sarebbero trasferiti a Montebelluna presso l’Istituto Levi solo in via provvisoria e contemporaneamente i sindaci si sarebbero attivati per trovare una sede definitiva e funzionale per l’Istituto Professionale, nel proprio territorio e vicina all’altra sede situata a Crespano del Grappa. Quindi la permanenza a Montebelluna avrebbe dovuto essere per un periodo limitato, fino a che nel territorio asolano e pedemontano non si fosse trovata una sede adeguata per l’Istituto. Gli alunni trasferiti a Montebelluna devono fare molti sacrifici poiché gli spazi concessi dal Liceo Levi, essendo provvisori, non consentono di sviluppare l’offerta formativa alla quale hanno diritto”.

 

Ma ad Asolo quest’anno si liberarà un edificio che potrebbe ospitare l’istituto. “Il Comune di Asolo nel settembre 2018 libererà l’edificio scolastico di Casella d’Asolo in quanto le classi elementari verranno trasferite al Plesso Unico – prosegue la nota -. L’amministrazione comunale a luglio 2017 informa la Provincia che l’edifico scolastico di Casella d’Asolo è disponibile a titolo gratuito per ospitare le classi dell’Istituto Professionale Maffioli che si trovano ora a Montebelluna. Vengono eseguiti dei sopralluoghi con la dirigente scolastica dell’Istituto Maffioli che ritiene la struttura conforme a soddisfare tutte le esigenze di cui hanno bisogno per sviluppare interamente il percorso formativo che viene proposto agli studenti, ma soprattutto perché diventerà una sede stabile e definitiva”.

 

“Gli studenti del Maffioli possono progettare il proprio futuro solo in una scuola che è fortemente operativa, ben inserita nel mondo del lavoro e attenta ai percorsi previsti contro la dispersione scolastica e il degrado sociale anche per gli alunni certificati o diversamente abili – viene puntualizzato ancora -. In questi due anni le famiglie dell’area Pedemontana e Asolana, per ragioni comprensibili (distanza, cure e spese per il trasporto) hanno scelto di non mandare i propri figli né a Castelfranco né a Montebelluna. Inoltre il personale scolastico, in assenza di stabilità delle strutture, sta chiedendo il trasferimento, così si rischia di diminuire il prestigio della scuola”.

 

Ora sembra però che l’Alberghiero sia destinato a rimanere a Montebelluna. “Dai giornali si è appreso con stupore che è stato deciso di mantenere l’istituto professionale a Montebelluna – conclude il comunicato -. Noi, Lista Civica Per Asolo, riteniamo che questa soluzione che non abbia tenuto conto delle richieste della Scuola, né degli alunni, né delle famiglie, ma sia dettata da una scelta politica non lungimirante. La Lista Civica Per Asolo chiede alla Provincia di aprire un tavolo con tutti i Comuni interessati coinvolgendo le famiglie per arrivare a una soluzione rivolta nell’interesse dei ragazzi e che garantisca un percorso scolastico adatto a sviluppare una professionalità di qualità per il loro futuro. I Comuni delle Terre di Asolo e Monte Grappa stanno investendo molto sul turismo. A breve sarà presentato il Piano di Sviluppo Turistico e Marketing Territoriale promosso dall’IPA delle Terre di Asolo e Monte Grappa, che mira ad organizzare e promuovere un turismo di qualità. Ecco che una scuola superiore di eccellenza che prepara operatori qualificati per servizi di enogastronomia e ospitalità alberghiera acquista prestigio se inserita in un territorio a vocazione turistica”.

 

(Nella foto d’archivio una manifestazione con studenti di cucina)

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×