20/10/2017tempo nebbioso

21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia

20 ottobre 2017

Castelfranco

“Festival Internazionale dell'Audiovisivo su Cultura e Turismo”

Sarà a Castelfranco il 18 ed il 19 novembre

commenti |

CASTELFRANCO - “Festival Internazionale dell'Audiovisivo su Cultura e Turismo” a Castelfranco venerdì e sabato 18 e 19 novembre. Il Festival da anni si svolge in Brasile, a Florianopolis. Per la prima volta quest’anno la finale sarà in Italia, grazie all’organizzazione di Fiacult Brasile, Comune di Castelfranco Assessorato alla Cultura, Marca Treviso, Treviso Film Commission, Treviso Glocal, MS MultiMedia, Associazione Carlo Sartori e 3Wlab.

 

«Un progetto nato alcuni mesi fa – ha spiegato l’assessore alla Cultura Mariagrazia Lizza durante la presentazione dell’iniziativa in Comune a Castelfranco – da Marca Treviso che ci ha dato un’altra opportunità per aprirci a livello internazionale. Castelfranco Veneto è stata così selezionata tra alcune città della Provincia per ospitare la conclusione di questo concorso. Noi intravvediamo con questo Festival alcune opportunità: turistiche prima di tutto che possa crearsi un indotto anche per le nostre aziende ma anche opportunità per i giovani perché potranno sviluppare la loro creatività. Qui abbiamo coinvolto l’Istituto Rosselli e l’Ipsia che hanno indirizzi audiovisivi, un modo per avvicinarsi a questo festival anche in previsione di un premio e nuovo progetto previsto nel 2017».  

 

Tutte le informazioni ed il programma delle giornate nel sito del Comune di Castelfranco >>

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×