22 ottobre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“Come faccio a dire alla mie bambine che hanno sparato al loro micio?”

La rabbia e l’indignazione di una mamma di Pieve di Soligo dopo che ha trovato il gatto gravemente ferito per un colpo di arma da fuoco.

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

PIEVE DI SOLIGO – Il gatto Roman è un affettuoso micio di colore bianco e grigio, compagno prediletto di giochi di due bambine di Pieve di Soligo, che lo chiamano “Roma”. La bestiola però ieri notte è stata colpita, probabilmente dai pallini di un fucile e ora ha perso un occhio. “Gli hanno sparato solo per divertirsi – afferma la mamma delle bambine – Adesso è senza un occhio: un gatto giovane, mi chiedo perché? Come si può e come devo spiegare alle mie bambine cosa è successo? E tutto questo a Pieve di Soligo in via Chisini”.

Una zona periferica ma densamente abitata, quindi un’area residenziale, quella in cui è avvenuto il fatto e che apre interrogativi anche sulla pericolosità di compie gesti simili, che va ricordato sono dei reati a tutti gli effetti. La mamma che ha affidato l’amaro sfogo ai social, spiega che vista la gravità dell’accaduto, non appena avrà la documentazione sanitaria dal veterinario, si recherà dai carabinieri per sporgere denuncia, perché questi comportamenti non restino impuniti.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×