21 ottobre 2019

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“A Follina crescono capannoni e vigneti”

Lamenta Dante Schiavon del “Forum Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori”

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

FOLLINA – Il territorio comunale di Follina è di grande pregio paesaggistico ma negli ultimi anni è stato oggetto di una radicale trasformazione di cui Dante Schiavon del “Forum Salviamo il paesaggio, difendiamo i territori” fa un’analisi impietosa: “L'insostenibilità cresce a Follina: crescono capannoni e nuovi vigneti. Una monotona e irresponsabile monocultura regionale"che si alimenta di leggi "ossimoro" come quella sul consumo suolo (15 deroghe e 12800 ettari da consumare da qui al 2050) e di contributi alla monocoltura del Prosecco a scapito della sovranità alimentare e della biodiversità delle colture agricole”.

Dante Schiavano prosegue quindi quest’analisi/denuncia sulla trasformazione del territorio di Follina con un’ultima considerazione sulle generazioni future: “Fino a quando tantissimi veneti firmeranno cambiali in bianco sul loro futuro e il futuro della loro terra a chi confida "scientificamente" sulle loro paure, le loro insicurezze, il loro bisogno di difendersi da nemici più o meno "scientificamente" creati, immaginati, propagandati. L'insostenibilità è la maggiore insicurezza di cui dovremo render conto a chi viene dopo di noi”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×